Probabilmente i fan di Star Wars aspettavano solamente questo momento. Aspettavano di raggiungere la rivelazione che nessuno si aspettava. La nuova puntata di The Mandalorian apre sicuramente le porte all’avanzamento della trama, anche se in realtà possiamo considerarla l’unico punto di svolta dell’intero episodio. In primo luogo abbiamo un netto avvicinamento con le trame di Rebel e Clone Wars, ma soprattutto conosciamo la Jedi che tutti si aspettavano. Ahsoka Tano fa la sua prima apparizione, sferrando le sue spade laser letali e mostrando i suoi poteri telecinetici. Ma ciò che più è importante, è la conoscenza con Baby Yoda.

Si, continuerò a chiamarlo così, nonostante la scoperta del suo vero nome. Ashoka non accetta però di addestrare il nostro piccolino, in quanto questo nutre un attaccamento per il padre e viceversa. Questo non può che essere il nostro Mando, che deciderà di allearsi con la Jedi per l’ennesima battaglia. Il tutto accade in un mondo mai visto, un mondo privo di vita. Quello che però balza all’occhio ai fan più attaccati, è la svariata dose di personaggi citati. Che siano vecchi, come Yoda, oppure nuovi per alcuni come.. beh, non posso dirvelo! Ad ogni modo, l’episodio riesce a far egregiamente il suo lavoro.

Ad essere sincera, l’ho trovato a tratti lento, ma con più cura nei dettagli. Balza sicuramente all’occhio la fotografia e la colorazione in alcune scene chiave. The Mandalorian riesce a confermarsi nuovamente al podio dell’intera saga di Star Wars. Questo non fa che accrescere il suo successo, stuzzicando il telespettatore più vecchio. Ormai ci avviciniamo al finale della seconda stagione, come proseguiranno le vicende di Mando e il suo piccolino? Non ci resta che metterci comodi.

Voto 7

Commenti disabilitati su 2×05 The Mandalorian: Recensione