Avete presente quando pensate che una serie non sia il vostro genere, ma poi invece vi sbalordisce? Ecco, è quello che è accaduto a me con ‘La Regina degli scacchi’, miniserie al primo posto in tutte le classifiche immaginabili di Netflix. Beh, ci sarà un perché, non credete? Sicuramente è questo che mi ha attirato a cominciare questa serie, ma quello che poi mi ha nettamente sorpreso è la diversità trovatasi all’interno. Insomma, pensiamo di iniziare una serie sugli scacchi. Io non ne capisco nulla di scacchi, cosa potrei trarne? Ed è qui che mi sbagliavo. Questa serie è piena di dolore, piena di emozioni e di un passato lancinante, che viene sempre a bussare alla nostra porta.

Ma la maggioranza del lavoro la fa lei, Anya Taylor-Joy, fantastica attrice che da il volto alla nostra Regina. Una Regina di scacchi, maga della strategia, ma anche una maga nelle dipendenze. La nostra Beth, questo è il suo nome, affronta un viaggio non per certo facile. Un viaggio colmo di vittorie, ma anche di sfide. Perché si sa, la vittoria non è scontata e la lucidità potrebbe essere la chiave che risolve tutti i nostri dubbi. La Regina degli scacchi è una serie dalle mille sfaccettature. Una serie che propone musiche, anni sessanta e brillantezza. Una serie che eccelle nella fotografia, ma soprattutto una serie che ci insegna in tutto e per tutto l’arte degli scacchi.

Probabilmente molti di voi, dopo la visione di questo piccolo gioiellino, saranno spronati a provare questo gioco! Chi lo sa. Quel che è certo, è che una volta premuto play e fatto partire il primo episodio, ne vorrete sempre di più. Vorrete sapere se Beth vincerà, vorrete sapere di più sul suo passato o se si farà travolgere dalle sue debolezze. Vorrete sapere se il voler vincere sempre, la farà cadere in basso, oppure la farà rialzare ancora più forte di prima. Insomma, sarete una cosa sola. Vi innamorerete di lei, dei personaggi che la circondano. Vi innamorerete del rapporto tenero che ha con la madre, che non fa altro che spronarla a seguire il suo sogno. La Regina degli scacchi vi farà vivere molte emozioni, non vi pentirete di guardarla, statene pur certi.

Voto 8

Commenti disabilitati su La Regina degli scacchi: Recensione