Fear the Walking Dead: Recensione 2×04: Blood in the Streets

Anche questa settimana, Fear the Walking Dead, è riuscito magistralmente a portasi a casa l’episodio. Quello che avevo preannunciato, si effettivamente avverato. E dire che ho cercato di avvisare la dolce Alicia, che ha rischiato veramente di mettere a repentaglio tutto il gruppo. Cosa potevi aspettarti, dopo aver stretto amicizia con qualcuno che nemmeno conoscevi? A cui tra l’altro hai fornito informazioni sulla tua imbarcazione? Siamo in un mondo apocalittico, per diamine! Ma niente da fare, alla fine Jack e il suo gruppo riesce a salire a bordo della Abigail.

Quello che non c’è dato sapere, è come il gruppo di Jack sia a conoscenza di tutti i nomi dei nostri sopravvissuti. Un enigma che ancora sto cercando di risolvere, senza venirne a capo. Strand disperso, in acqua, fugge dall’imbarcazione, lasciando l’amaro destino a Madison e gli altri.. complimenti! D’altronde, quando uno è codardo, c’è poco da fare. E finalmente, riusciamo a scoprire qualcosa su questo misterioso uomo e il suo desiderio di raggiungere il Messico.. alleluia! Ebbene, cosa poteva essere la causa di tutto ciò? L’amore.

Victor instaura una chimica innegabile con Thomas Abigail! All’inizio voleva solamente derubarlo, ma successivamente si innamora di lui! Bravo il nostro Strand, complimenti per averci regalato questa svolta del tutto inaspettata! Ed è proprio Thomas a confidare a Victor di non recarsi a Los Angeles dopo l’epidemia. Forse è proprio per questo che la meta dei nostri sopravvissuti è il Messico? Troveranno proprio Thomas Abigail al loro arrivo? Sempre che ci arrivino, sia ben chiaro!

Ma ora le preoccupazioni sono ben altre! Alicia e Chris si trovano tra le mani del gruppo di Jack e sono spariti in mare.. come faranno a ritrovarli? Beh, se sono riusciti a localizzare Strand a fine episodio, non vedo proprio come non possano trovare loro. Illuminatemi però, come diamine hanno fatto a trovare il nostro Capitano? Un altro arcano mistero! Ma per fortuna c’è il nostro Nick, l’unico protagonista intelligente di tutto il gruppo. No, non è lui a trovare Strand, ma a trovare Luis, l’uomo misterioso che era in contatto con il nostro Victor.

Lo so, non ci state capendo più niente nemmeno voi, vi capisco. Anche io all’inizio ho faticato a mettere insieme tutta l’arcana faccenda, ma alla fin fine sono riuscita a farmi un quadro generale. Spiegarlo a voi tuttavia è un tantino più difficile, concedetemelo! In tutto questo trambusto, Nick migliora di giorno in giorno. Riesce a capire perfettamente la dinamica degli zombie e come aggirarli. E’ sicuramente un leader nato e riuscirà a sopravvivere ancora per molto, me lo sento. Per quanto riguarda gli altri invece, hanno bisogno più che altro di un gioco di squadra. Dopo l’ennesima esitazione, riusciranno finalmente a capire chi è il vero pericolo?

Voto 8

[banner]

Commenti disabilitati su Fear the Walking Dead: Recensione 2×04: Blood in the Streets