Under the Dome: Recensione 3×08/09/10/11: Breaking Point/Plan B/Legacy/Love is a Battlefield

Under the Dome: Recensione 3×08/09/10/11: Breaking Point/Plan B/Legacy/Love is a Battlefield

Io sono ancora completamente sconvolta. Ma devo scrivere un commento serio su queste ultime quattro puntate, e devo mettercela tutta. Mi dispiace non esserci stata per queste quattro lunghe settimane, ma dov’ero non esisteva internet. Capirete bene il mio incubo, quando mi dicono che devo mancare per quattro settimane senza poter essere in contatto con il mondo esterno. Vero che sono multifunzionale, se non sono presenti le serie tv sono presenti i libri, ma quattro settimane senza la cupola???? Naturalmente sotto la cupola sono solo passati due giorni. In non so, ogni volta è come entrare a Narnia, dove il tempo ha un corso tutto proprio.

Sinceramente ho guardato le quattro puntate tutte insieme, quindi cercherò di analizzare personaggio per personaggio. Della 8 tuttavia avrei un reclamo da fare: è modo di fare questo? Far credere alle persone di stare per morire quando in realtà è tutta colpa di Christine? Ma che modi sono? Quindi parliamo di Christine: è viva, ha fatto passare la gelosia ossessiva compulsiva di Junior, nonostante sia tornato il buon vecchio Junior (psicopatico) delle prime puntate; (Quanto ci mancava il suo bunker?) e sta per morire. Ah si, non dimentichiamoci che uccide ogni sua amica, o possibile amica. Perché? Ucciderai anche la Regina? E a proposito della Regina, parliamo dei suoi due genitori: Eva e Dale. Io non capisco come un bacio possa aver “assopito” Barbie. Sa molto da “bacio del vero amore” ma così prevedibile? Qui si direbbe “è andato per fottere ed è stato fottuto!”

Una cosa che non capisco però è: perché non ha funzionato con la madre di Norrie? Perché non sono riusciti ad “assopirla” nonostante aver fatto leva sui tre sentimenti: “dolore, rabbia e paura”? Madre che è stata, giustamente, uccisa dall’unico vero omicida della serie: Big Jim.

Secondo me, quello che succede mentre stanno scrivendo le puntate, è questo:
Stephen: Ci sono ancora troppe persone sotto la cupola, dobbiamo ucciderle..
Brian: Facciamole ammazzare a Jim, per sbaglio.
Stephen: Si, ma dobbiamo farne arrivare altri, altrimenti le scorte di cibo basteranno per tutti, e continueranno a stare tranquillamente sotto la cupola. Anche se potremo farle chiedere dall’esterno e le mandano tramite la porta rossa. Possono avere tutto tramite quella porta.
Brian: Perfetto! Mandiamo delle armi a Jim!
Sì, io ne sono più che convinta.

A Norrie viene affibiato di tutto, dall’orfana all’assassina. Io l’ho sempre vista come la stronza, in senso positivo, della serie. Quella che alla fine prenderà il fucile e scapperà con Joe, uccidendo tutti. Barbie che scopa con Eva e due giorni dopo ha una figlia. E non so voi, ma normalmente chi partorisce non si può alzare per una settimana dal letto. Eva ha scagliato Barbie fuori da una finestra. C’è di fatto che più guardo questo programma più mi convinco quanto sia divertente e ridicolo allo stesso tempo.

Sarà che davvero pochi telefilm riescono a sopravvivere alla prima serie. E questo c’era riuscito fino alla seconda stagione. Le cose divertenti poi sono davvero minuscole:

  1. Hunter, da tecnico informatico qual è che copre la telecamera per non farsi sentire, quando parla con Jim della morte del professore. Da premio oscar insomma.
  2. Big Jim che uccide le persone senza saperlo.
  3. Lo stonehenge di Ametiste. Ametiste che prevedono le gravidanze, tra l’altro.
  4. Big Jim che fa gli accordi per salvarsi il culo. Ne fa almeno uno a puntata!
  5. La “cura” creata al sangue di Christine, che in realtà è solo un virus più forte.

Ed ha proposito del padre di Lily, loro sono alieni perché hanno toccato l’uovo, anche Julia l’ha fatto eppure è viva. E non si può neanche dire che il padre di Lily è stato dentro un bozzolo… quindi perché queste disuguaglianze? Tra l’altro in queste quattro puntate l’unico punto focale interessante della serie, è stato Barbie, nell’undicesima puntata, quando ha cercato di salvare sua figlia. Le mogli tradiscono, i genitori possono andare via, le amanti si possono stancare e ci si può rimanere soli, ma i figli, se gli dai l’anima loro ti ameranno sempre.. E Dale ha davvero quasi dato l’anima per sua figlia. Certo è anche vero che forse non è questo il caso: visto che la figlia ha preso l’anima della madre, ma in ogni caso tentare non nuoce.

Mia

Passate da: Under The Dome – Italia