WEEKLY22

Weekly top 5: Le 5 serie tv cancellate giustamente dopo una sola stagione

Mentre la scorsa volta vi avevo parlato delle serie tv che erano state cancellate dopo una sola stagione e che mi avevano spezzato il cuore (QUI), questa volta vi elencherò le mie 5 serie tv durate solo una stagione che mi hanno veramente fatto schifo!!! Perché ammettiamolo, a volte ci sono delle serie delle quali magari leggendo la trama pensi “che figo, non vedo l’ora di vederlo!” e poi invece le vedi e pensi “ma che caz…”, quindi ecco a voi la mia classifica!

5) Al quinto posto apriamo con una serie tv che mi aveva ispirato un pochino dalla trama e dalla prima puntata, ma poi mi ha velocemente fatto perdere interesse: The Nine Lives Of Chloe King.

Chloe King è una ragazza che il giorno del suo sedicesimo compleanno scopre di possedere strani poteri tra cui una velocità superumana, un udito sviluppatissimo e l’abilità di afferrare gli oggetti con i suoi artigli. Quando scopre però che una strana figura le sta dando la caccia, viene a sapere di far parte dell’antica razza dei Mai e di essere la chiave per proteggere la specie da un gruppo di assassini che l’ha braccata per anni.

Ammettiamolo, la trama letta così non è malvagia, si poteva cavarne fuori qualcosa di buono! Durante la prima puntata è stato fico quando ha scoperto di avere dei “poteri” particolari…o magari lo penso solo io perché a me ste cose fantascientifiche piacciono, non so! Però già dalla seconda puntata ho iniziato a rompermi, i personaggi non mi prendevano, la trama era scontata…insomma male! E anche gli ascolti non andavano per niente bene, infatti è stato cancellato dopo sole 10 puntate e senza neanche dare un vero e proprio finale alla serie. Peccato.

4) Al quarto posto metto quella che per me è stata una grandissima delusione, Bounheads!

La storia racconta di Michelle, una showgirl di Las Vegas, con il sogno di sfondare come attrice teatrale di musical. Dopo l’ennesima audizione andata male, decide di sposarsi con Hubbell, un uomo che la corteggia da parecchio tempo. I novelli sposi si trasferiscono nella piccola cittadina di Paradise dove la madre di Hubbel gestisce un’accademia di danza e questa, venuta a sapere del matrimonio del figlio, organizza una festa. Dopo la festa però un tragico incidente coinvolge il novello sposo e così ad un solo giorno dal matrimonio, Michelle rimane vedova. Decide poi di rimanere nella piccola cittadina e finisce per insegnare con la nuova suocera nella scuola di danza. Le altre protagoniste del telefilm sono le allieve dell’accademia di danza: la turbolenta Sasha, la dolce Boo, l’insicura Ginny e la sarcastica Melanie, oltre agli altri bizzarri personaggi che popolano Paradise.

Sono rimasta veramente ma veramente delusa da questo telefilm! Quando ho iniziato a guardarlo ero davvero elettrizzata, finalmente Amy Sherman-Palladino (che aveva ideato anche Una Mamma Per Amica, uno dei miei telefilm preferiti di sempre) era tornata con un nuovo telefilm, e per di più sulla danza! L’accoppiata non avrebbe potuto essere migliore, ma forse avevo delle aspettative troppo alte…la protagonista io l’ho sempre vista tale e quale a Lorelai di “Una Mamma Per Amica” caratterialmente, e mi ha dato un po’ fastidio. Poi le ragazze della scuola di danza erano tutte fastidiose, non riuscivo mai a ricordarmi i loro nomi (cosa negativa per quanto mi riguarda) e la trama era scadente. Ho iniziato a snobbarlo già dopo la prima puntata, guardandolo saltuariamente, ma era decisamente insipido. Insomma Amy Sherman-Palladino è la prova che un telefilm di successo non ti porta necessariamente ad essere una produttrice e sceneggiatrice sempre al top come Shonda Rhimes! E tra l’altro, dopo questo progetto di lei non ho più saputo nulla.

3) Entriamo nella zona podio con un telefilm abbastanza recente, Twisted!

La serie segue le vicende del sedicenne Danny Desai, che ha ucciso sua zia quando aveva undici anni. Dopo aver trascorso cinque anni in un carcere minorile, viene rilasciato e torna nella sua città natale: Green Grove, New York. Durante il tentativo di riallacciare le vecchie amicizie con le sue migliori amiche d’infanzia, Lacey e Jo, e di fronte alle difficoltà nel relazionarsi con i suoi coetanei, Danny diventa il primo sospettato per l’omicidio di una compagna di classe, Regina. Realizzando che la città non si preoccupa di sapere la verità sull’accaduto, ma vuole solo vederlo accusato del delitto, Danny è sempre costretto a rimanere in disparte. Nel frattempo, deve mantenere un segreto che non ha mai svelato a nessuno: la ragione per la quale ha ucciso la zia.

Questa è un’altra serie che ho iniziato a vedere per puro caso perché la trama mi ispirava, ma sono riuscita a continuare la visione per 3 puntate credo! Era di una lentezza inaudita, i personaggi mi stavano tutti sulle paxxx, soprattutto Jo! Doveva essere una delle protagoniste e invece era una vera propria spina nel fianco! Poi quando è venuta fuori la storia del suo fratellastro…insomma un’agonia! Già dopo poche puntate sapevo che sarebbe stato cancellato, e infatti così è stato.

2) A un passo dal podio un altro telefilm che è stato una delusione per me, Ringer.

RINGER-ringer-tv-series-25246499-800-600

Bridget Kelly è una spogliarellista tossicodipendente. La donna viene messa sotto la protezione dell’agente dell’FBI Victor Machado dopo aver accettato di testimoniare contro il suo aguzzino, il malavitoso Bodaway Macawi, che ha commesso un omicidio. Temendo per la sua stessa vita, in quanto unica testimone, Bridget fugge a New York per ricongiungersi con la ricca sorella gemella Siobhan. Poco dopo il suo arrivo a New York, Siobhan, che ha tenuto segreta l’esistenza di Bridget alla sua famiglia, si suicida gettandosi in mare. Bridget assume l’identità di sua sorella e cerca di integrarsi alla perfezione nella sua apparente vita perfetta, spacciandosi per Siobhan col marito Andrew, la figliastra Juliet, la migliore amica Gemma e il marito di quest’ultima, Henry, con il quale Siobhan aveva una relazione segreta. L’unica persona che sa di quanto sta capitando è Malcolm Ward, lo sponsor di Bridget. Quest’ultima, che credeva di poter essere al sicuro nella vita di sua sorella, scopre esattamente di trovarsi al punto di partenza, visto che qualcuno desidera ardentemente la morte di Siobhan.

Ok lo ammetto, già la trama di questo telefilm era assurda solo a leggerla, ma ho voluto lo stesso buttarmi nella visione di qualche puntata solo per la protagonista, Sarah Michelle Gellar! Suvvia, chi di voi non sente la mancanza della cacciatrice Buffy? Insomma appena ho visto che era tornata a recitare in un telefilm mi sono esaltata, e benché non fossi proprio convinta della trama ho deciso di dargli lo stesso una possibilità…ma no! No no no! Cioè schifo proprio! Mi dispiace se qualcuno a cui questa serie è piaciuta stia leggendo ma a me ha fatto proprio schifo! Girata male già dalla prima puntata, personaggi anonimi, colpi di scena che ti lasciavano abbastanza indifferente…una delusione. Mi dispiace Buffy, ritenta e sarai più fortunata!

1) In cima al podio una serie tv recentissima e di cui tutti avrete sicuramente sentito parlare visto che è lo spin-off di un altro telefilm molto famoso…ebbene si, in cima a tutti c’è lui, Ravenswood!

Ambientata nella fittizia Ravenswood, Pennsylvania, non molto distante dalla Rosewood della serie madre, la trama vede come protagonisti cinque estranei, tra cui Caleb Rivers, le cui vite sono connesse tra loro a causa di una maledizione mortale che si abbatte sulla città da anni.

Ecco, già il fatto che la trama sia riassumibile in 3 righe non è un bene! Ravenswood secondo me è stata la porcata più grande che i produttori di Pretty Little Liars potessero inventarsi, un telefilm veramente assurdo! Ovviamente ho iniziato a vederlo solo per il fatto che fosse lo spin-off di PLL e perché c’era Caleb, ma l’ho abbandonato subito dopo le prime 2 puntate! Già PLL è assurdo, ma Ravenswood…non saprei neanche trovare le parole adatte per desciverlo! Insomma ben ti sta Marlene King, questo tuo telefilm faceva schifo e hanno fatto bene a non rinnovartelo per una seconda stagione…adesso fai tornare Caleb con Hanna e facciamo finta che non sia successo niente.

E con questo è tutto anche per questa settimana. Ovviamente questa è una mia lista personale e se avete telefilm da aggiungere o non siete d’accordo con la classifica fatecelo sapere!

Rubrica a cura di Anna Nicoli

[banner]

Commenti disabilitati su Rubrica: Weekly top 5: Le 5 serie tv cancellate giustamente dopo una sola stagione