The Walking Dead: Recensione 9×05: What Comes After/Cosa c’è dopo

The Walking Dead: Recensione 9×05: What Comes After/Cosa c’è dopo

Quando pensi che The Walking Dead potrebbe deluderti, ma invece non lo fa, è sempre una splendida giornata. Perchè alla fin fine questo telefilm è: un mix di emozioni, colpi di scena e uscite dal sipario sensazionali. E diciamocelo, avreste davvero creduto nella celebre morte di Rick Grimes? Protagonista dei protagonisti? Io nemmeno un secondo. Fino all’ultimo mi sono detta: non può morire questo personaggio così celebre, anche se tante volte mi hanno privato di idoli indiscussi. Si inventeranno sicuramente qualcosa. E così è stato. Rick lotta per la sua vita, fino alla fine, decidendo quasi di sacrificarla. Lo farebbe per la sua famiglia, quella che ha rincorso fin dal primo episodio. Una famiglia, cercata, voluta. Una famiglia che ha poi ricostruito con Michonne e la piccola Judith.

Una Judith che poi nel tempo diventa grande, credendo che il padre sia morto, ma ovviamente non è così. E non poteva essere altrimenti! Rick viene salvato da Anne, portato su elicottero e trasportato chissà dove. La sua missione sarà quella di salvare il nostro Rick, che noi sicuramente non vedremo per molto tempo, ma che lotterà ancora per incontrarsi di nuovo con i suoi cari. Rick percorre un viaggio ai tempi del pilot, regalandoci dei parallelismi da mozzare il fiato. Ritroviamo il buon vecchio Shane, il nostro Hershel e Sasha. Nel suo io interiore ripercorre tutti gli attimi vissuti per ricongiungersi a Coooorl, Lori e quello che poi è diventato parte della sua vita. Ogni sua scelta lo ha portato a decisioni di rabbia, cuore e sangue. Ogni sua scelta l’ha spinto a lottare, fino alla fine. Rick è sicuramente un personaggio dalle mille sfaccettature, pronto a sorprenderci ancora.

Maggie decide di risparmiare la vita a un uomo che è costretto a vivere con i suoi demoni. Daryl si accorge di aver perso l’ennesimo fratello. Michonne il suo amante per la vita. Ognuno di loro perde un pezzo per la strada, ma la scena che mi è entrata sicuramente più nel cuore è quella di Daryl. Versa lacrime e si gira verso la foresta, con un sonoro crack nei nostri cuoricini. Ognuno di loro dimostra quanto Rick sia per loro, ognuno di loro piange l’ennesima perdita. Rick a quanto pare tornerà non solo in futuro, ma anche in una trilogia di film. Il suo percorso è più immenso di quanto ci aspettassimo, ma d’altronde non si poteva pensare diversamente. La pelle d’oca che ci assale alla fine dell’episodio è qualcosa di emblematico. Judith ormai grande, pronta a spaccare il culo a tutti, proprio come aveva previsto Daryl.  Little asskicker. Il livello di emozioni nella 9×05 non ci manca sicuramente. Variamo dall’ansia, alla paura, alla speranza.

Rick sopravviverà, morirà, che fine farà? Anni prima che i nostri protagonisti lo rivedano, insieme a noi. Ma tutto questo servirà a uno scopo. Uno scopo che ci perseguita dalla prima stagione. Così come Rick ha iniziato il suo viaggio per ritrovare la sua famiglia, dovrà concluderlo quando riuscirà a ritrovarla di nuovo. Credo non ci sia parallelismo più bello di questo, penso non ci si potesse aspettare di più da questa serie, che ormai ci regala emozioni da dieci anni. Grazie Rick Grimes, grazie per tutto quello che ci hai regalato.

When I see you again.

“I remember.  I forgot who I was.  You made me remember.  I remember that feeling, walking with you that day.  Like I finally knew who I was for the first time in my life.  Thing is, we were walking side by side, but you were bringing me somewhere.  Bringing me here.  Bringing all of us to the new world.  You showed me the new world.  You made it real.  I see it.  I remember.”

Voto 9

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.