The Walking Dead: Recensione 9×01 (PREMIERE): A New Beginning/Un nuovo inizio

The Walking Dead: Recensione 9×01 (PREMIERE)

L’attesa è finalmente finita, The Walking Dead è tornato sui nostri schermi. Una stagione che apre con un ritmo lento, del tutto nuovo. Voi ben lo sapete, amo questo show. Amo che sia tornato e amo i suoi personaggi. Questo inizio di stagione però, non mi ha convinto affatto. Uno scenario alquanto diverso da quello a cui siamo ben abituati, uno scenario che ci catapulta un anno e mezzo dopo le vicende della season otto. E credetemi, l’arco temporale non viene menzionato, ho dovuto informarmi al riguardo, dopo lo smarrimento generale avuto durante la visione dell’episodio. 

Il fulcro di questa puntata, analizza l’idilliaca riuscita di Rick, dopo aver posto fine ad una guerra. La fattoria del mulino bianco sembra in netto progresso e tutte le comunità sembrano collaborare per far funzionare con pace e armonia ogni cosa. Qualche ombra è ancora ben presente con i Salvatori, che sentono la mancanza di Negan (e anche noi!), ma che vengono comunque messi in riga da un favoloso Daryl Dixon, ben stanco del ruolo affidatogli al santuario. Infatti il nostro Mr. Balestra si affida a Rick, chiedendogli aiuto. Le cose al santuario non sembrano funzionare e Daryl non vuole essere al comando di qualcosa di così sbagliato. E come dargli torto alla fin fine? 

Le sorprese tuttavia son dietro l’angolo, così come la vendetta di Maggie è in agguato. Una Maggie che dovrà prendersi delle responsabilità dopo la morte di Ken, il figlio di Earl. Ma chi diavolo è questo Ken? Ma chi se lo ricorda, ma chi è. Venti minuti buoni ci informano della sua morte, con tanto di funerale. Ma davvero ragazzi.. CHI CAVOLO E’? MA CHI TI CONOSCE. MA COSA ME NE FREGA. Va beh, tutto molto toccante con Maggie che ci informa che ha chiamato suo figlio Hershel, unica nota positiva di tutta la vicenda. Piccolo aneddoto che nemmeno a farlo apposta coincide con la morte di Scott Wilson, a cui viene affettuosamente dato omaggio a fine episodio. 

Tornando a noi, Maggie in questo episodio ha un grande ruolo. Un ruolo che mette in pericolo la sua stessa vita per colpa di Gregory. Ma Maggie non ha dimenticato, non è disposta a fare sconti a nessuno. Ed è così che finalmente si vendica di Gregory, lasciandolo finalmente marcire all’inferno. Unica nota positiva di questa premiere è proprio il finale, con una soddisfacente fine per un personaggio da noi tanto odiato. La complessità della puntata, mi ha lasciato però interdetta. Mi sono piaciute sicuramente le inquadrature iniziali di Rick. Queste, rimandano molto alla prima stagione, ai tempi di Atlanta. Sarà anche per la favolosa presenza dei cavalli. Rick è molto cambiato da allora e come ben sappiamo, questa sarà la sua ultima stagione. Ogni passo falso, potrebbe quindi portarlo alla sua fine. 

Non è però lui che rischia la vita in questo episodio, bensì Ezekiel, che sembra finalmente aver trovato l’amore con Carol. Una storia d’amore che era nell’aria da tempo, a cui finalmente Carol si è concessa. Carol ripensa al suo vecchio marito, ed è ben contenta di aver trovato qualcuno di affettuoso, non è però ancor convinta di compiere il grande passo. L’AMICIZIA (scritto in grande, così magari la smettete di folleggiare) con Daryl è sempre pronta a confortarla, a darle consiglio e ad aiutarsi a spalleggiarsi a vicenda. Daryl sembra aver già preso le redini di leader, forse più di Rick, che sembra solamente essere il ‘Dio’ della situazione.

A New Beginning è proprio un nuovo inizio di far funzionare le cose, ma la pesantezza di Negan sembra avvertirsi ancora nell’aria. I Salvatori non hanno dimenticato cosa è stato Negan, così nemmeno noi. Quello che c’è da chiedersi, è quando lo rivedremo. Aspetto ardentemente il momento, che potrebbe ovviamente sollevare i vecchi risentimenti di Maggie. Questa premiere ci introduce il nuovo mondo, con una lentezza che non mi è affatto piaciuta, anche se abbiamo visto qualche sprazzo di novità. Non ci resta che aspettare per scoprire come si evolverà questa nuova nona stagione, ben sperando in puntate un pochino più elettrizzanti. 

Voto 6

 

 

 

 

 

 

 

Ciao Scott. 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.