Recensione: “The tower. Il millesimo piano” di Katharine McGee

Cari e dolci lettori, buon sabato! Come ogni week-end che si rispetti, non poteva mancare una recensione librosa tutta per voi. Il libro di cui parleremo oggi, è sicuramente particolare. Ad ogni piano, la vita e il lusso cambiano, sembra quasi Gossip Girl! Inviatomi dalla splendida PIEMME, che ringrazio immensamente, oggi vi recensisco..

Titolo: The tower. Il millesimo piano

Autore: Katharine McGee

Edito da: Piemme

Pagine: 588

Prezzo: 17,00€

Data d’uscita: 9 Maggio 2017

Trama: Manhattan, 2118. New York è diventata una torre di mille piani, ma le persone non sono cambiate: tutti vogliono qualcosa, e tutti hanno qualcosa da perdere. La spregiudicata Leda, che brama una droga che non avrebbe mai dovuto provare e un ragazzo che non avrebbe mai dovuto toccare. La viziata Eris, che dopo aver perso tutto in un istante vuole risalire, ma presto comincerà a chiedersi quale sia veramente il suo posto. Il geniale Watt, che può arrivare ai segreti di ciascuno, e quando viene assunto per spiare una ragazza si troverà imprigionato in una rete di bugie. E sopra tutti, al millesimo piano della Torre, vive Avery, la ragazza disegnata geneticamente per essere perfetta. La ragazza che sembra avere ogni cosa, tormentata dall’unica che non dovrebbe nemmeno desiderare…

Puoi acquistarlo qui:

The Thousandth Floor series è composta da:

1. The Thousandth Floor

2. The Dazzling Heights

La mia recensione:

The Tower è sicuramente una di quelle letture particolari, ambientata in una delle mie città preferite: New York. Sebbene nutrissi delle grandi aspettative per questo libro, non mi ha lasciato un’impronta indelebile. Lo stile della scrittrice è sicuramente facile e veloce da leggere, tuttavia il mio problema sono stati i personaggi. Troppi, troppi personaggi! Il libro è suddiviso in vari capitoli, narrati da un punto di vista diverso. Nonostante l’autrice usi la terza persona, non capisco il bisogno di suddividere il libro in svariati personaggi, era veramente necessario? Perché si, credetemi, leggere così tanti protagonisti mi ha iniziato un pochino a confondere, non lasciandomi assaporare ognuno di loro. 

I personaggi di Leda, Avrey, Watt e Atlas sono sicuramente quelli che mi ricordo di più. I più coinvolgenti ed interessanti. In secondo piano tutti gli altri. Tutto ruota intorno ad un mistero: chi è morto, gettandosi dal millesimo piano? In una torre dove chi vive al piano più alto, è sicuramente il più privilegiato; mentre chi vive al piano più basso, è il più povero. Questa congettura rimanda sicuramente al celebre telefilm Gossip Girl. che io amo particolarmente. Nel telefilm infatti, abbiamo un interazione tra ricchi e poveri, che si confrontano tra di loro. The Tower fa sicuramente riferimento a questo, creando così un mondo altrettanto simile, ma meno brillante. Forse mi aspettavo fin troppo da questa lettura, ma una cosa è certa: posso premiarla per la sua originalità. E voi, cosa aspettate a salire piano dopo piano, questa stupenda torre?

I commenti sono chiusi.