Recensione: “The Necklace. L’ esorcismo di Rose Höden” di Mariano Ciarletta

Cari lettori, oggi vi voglio parlare di un romanzo speciale. L’autore me l’ha inviato personalmente e ci tengo molto a parlarne a voi. Scoprite di più nella recensione sottostante..

the-necklace-lesorcismo-di-rose-hodenTitolo: 
The Necklace. L’ esorcismo di Rose Höden

Autore:  Mariano Ciarletta

Edito da: Mariano Ciarletta/Paguro Edizioni

Pagine: 138

Prezzo: 10,00€

Data d’uscita: 23 Ottobre 2016

Trama: Rose Hoden è una bambina modello, amante dello studio, della moda e dotata di una sensibilità fuori dal comune. In seguito all’ acquisto di un’ antica collana con un medaglione sinistro, la giovane Rose inizierà a manifestare dei sintomi di squilibrio accompagnati da un’ insolita aggressività. Ben presto la sua famiglia si vedrà costretta a chiedere aiuto alla Psicologia ma, nonostante le numerose analisi, il male di Rose inizierà a peggiorare giorno dopo giorno tanto da spingere sua madre a credere fermamente che qualcosa o meglio qualcuno, abbia preso il posto della sua bambina. Un racconto che tratta la storia di una possessione demoniaca e di un esorcismo consumatosi nei campi dello Yorkshire in uno scontro continuo tra male e bene, scienza e fede per la salvezza di una giovane anima.

Puoi acquistarlo qui:

La mia recensione:

Amo gli Horror. Amo gli esorcismi. The Necklace. L’ esorcismo di Rose Höden è un romanzo che è riuscito ad intrattenermi tutto d’un fiato. Ho amato l’ambientazione, la trama e lo sviluppo della storia. Ma partiamo con ordine, illustrando via via questa piccola e inquietante opera. Perché sì, Mariano Ciarletta non tralascia nessun atroce dettaglio e ci lascia immergere in una storia raccapricciante. Rose è una dolce bambina, spensierata, che ben presto raffigurerà un’altra facciata della sua personalità. Un demone si insedierà in lei, portandola ad un comportamento aggressivo passivo. Ogni medico la crederà pazza, ma la madre no. Lei, per il bene della sua bambina, lotterà fino in fondo per riavere la sua famiglia unita. Padre Elliot si troverà di fronte a una vera e propria sfida: il temuto ed ostico esorcismo.

Tutti noi, se non la maggior parte, abbiamo visto l’Esorcista. Un film che ha dato via a una miriade di fenomeni cinematografici e letterari. Tuttavia, nonostante il tema sia già in circolazione, l’autore di questa piccola opera ne fa un buon uso. Sono rimasta estasiata e coinvolta nel romanzo, procedendo la mia lettura con una grande ansia nel cuore. Padre Elliot riuscirà a salvare la giovane Rose? Oppure resterà schiava del proprio demone? Se amate il genere horror e siete affascinati dalle pratiche dell’esorcismo, non potete assolutamente lasciarvi scappare questo romanzo. Una lettura che divorerete in una manciata d’ore e vi rimanderà sicuramente alla celebre opera cinematografica. Consigliato!

Precedente Recensione: "L'anno dei fiori di papavero" di Corina Bomann Successivo Recensione: "Ogni tuo battito" di Sophie Jackson