Recensione: “La mia fuga più dolce” di Chelsea M. Cameron

Cari lettori, oggi sono qui per parlarvi di un nuovo new adult, in uscita domani in versione cartacea (31 Marzo 2015 – già disponibile in e-book dal 17 Marzo 2015) per Harlequin Mondadori. Si tratta del secondo libro della “My favourite mistake saga”, targata Chelsea M. Cameron. Ringrazio ovviamente la Harlequin Mondadori per avermi inviato la copia cartacea del romanzo. Di seguito potete trovare la mia recensione.

Cameron-La-mia-fuga-più-dolceTitolo: La mia fuga più dolce

Autore: Chelsea M. Cameron

Edito da: Harlequin Mondadori

Pagine: 331

Prezzo: 14,90 €

Data d’uscita: 17 Marzo (e-book)  31 Marzo 2015 (cartaceo)

Trama: Jos Archer viveva in un mondo perfetto, fino alla notte in cui cambiò tutto. Ora, dopo nove mesi, ancora non è riuscita a rimettere insieme i pezzi della propria vita, e nemmeno il fatto di avere cambiato college, andando a vivere con la sorella maggiore Renee, è sufficiente a farla sentire di nuovo normale. Finché un giorno non incontra Dusty Sharp, il tipico bad boy che si è prefissato di farla uscire dal suo guscio. Jos deve stare attenta a quel sorriso presuntuoso e a quello sguardo assassino, o si ritroverà presto a provare cose che non è più sicura di meritare. Ma se da un lato Dusty la sprona ad aprirsi e a parlare del suo passato, dall’altro anche lui nasconde dei segreti. Segreti che riguardano proprio la notte in cui a Jos è crollato il mondo addosso. La verità li unirà ancora di più o li separerà per sempre?

Puoi acquistarlo qui: 

La saga di “My favourite mistake” è composta da:

1. My Favourite Mistake

 2. My Sweetest Escape

La mia recensione:

Dopo aver amato letteralmente il primo libro di questa saga, non vedevo l’ora di immergermi nel suo seguito. Anche narrando una storyline diversa, lo stile della M. Cameron è rimasto fresco, intatto e veloce da leggere. “La mia fuga più dolce” segue però uno schema tutto nuovo rispetto al primo romanzo, e questo può essere un bene o un male. Per quanto mi riguarda, ho apprezzato questa nuova struttura, perché ha valorizzato dei nuovi lati di questa scrittrice, che in precedenza erano rimasti sepolti. La trama, se devo essere sincera, non mi ha conquistato quanto “Il mio sbaglio preferito”, ma ha saputo comunque ammaliarmi con la sua infinita dolcezza e fragilità.

<< Era uno di quei momenti in cui, se fossimo stati in un film, lui si sarebbe avvicinato e mi avrebbe dato il bacio della buonanotte. Ma siccome non eravamo in un film, rimanemmo lì fermi, e io cercai di farmi venire in mente qualcosa da dire che permettesse un elegante uscita di scena.>> Da “La mia fuga più dolce”.

La maggior parte del libro gira attorno alla psicologia dei personaggi, soprattutto a causa del caratterino della nostra protagonista. Jos non si può dire coltivi amicizie facilmente, né tantomeno che possieda una grande sicurezza in se stessa dopo il suo doloroso passato. E’ certamente un personaggio controverso per alcuni lati, ma ovviamente riuscirà ad emergere solamente quando si troverà di fronte l’amore della sua vita. Peccato che non sia così astuta da ammetterlo a se stessa, impiegando così “svariate pagine” per rendersi conto della bellezza di Dusty.

<<“Vaffanculo” disse Dusty, e si lanciò su di me cogliendomi alla sprovvista, perché ci misi qualche secondo a rendermi conto che ce l’avevo addosso. “Basta, non ce la faccio più” disse prendendomi il volto tra le mani. “Ho desiderato assaggiarti fin da quella prima sera e adesso lo faccio”.>> Da “La mia fuga più dolce”.

Un mistero si cela però dietro a questi due innamorati e l’autrice riesce a conservarlo fino alla fine del libro. Vuoi per la preoccupazione quasi materna di Renee, o vuoi per l’amica che nessuno accetta (Hannah). Quest’ultima è sicuramente la scoperta del libro, forse anche più dei protagonisti stessi! La ragazza che si nasconde dietro ai capelli biondi, ha da raccontare molto più dei nostri Jos & Dusty. Quest’ultimi vivono una relazione comunque molto carina da leggere e dolcissima, non fraintendetemi. Semplicemente il personaggio di  Hannah è uno di quelli che vorrei vedere come protagonisti di un nuovo libro. Aggiungeteci il fatto che il suo telefilm preferito è Buffy, e siamo nettamente a cavallo!

<< Dusty Sharp si era avvicinato di soppiatto alle mie spalle. Mi girai lentamente, preparandomi ai suoi irritanti commenti sul mio nuovo look. Purtroppo però non mi ero preparata a un silenzio sbigottito. Sgranò gli occhi e mi scannerizzò dall’alto in basso. Due volte. Poi deglutì e balbetto qualcosa di incomprensibile. Era la prima volta che succedeva.>>  Da “La mia fuga più dolce”. 

“La mia fuga più dolce” è un romanzo che affronta temi comuni nel genere del new adult, tuttavia riesce a conquistare il lettore grazie alla sua leggerezza e comicità. Pensate ad un miscuglio di Skittles e M&M’s, è più che sufficiente per descrivere il libro stesso.

Precedente Hart of Dixie: Recensione 4x10: Bluebell Successivo Anteprima: "Raccontami di un giorno perfetto" di Jennifer Niven