Game of Thrones: Recensione 5×07: The Gift

Game of Thrones: Recensione 5×07: The Gift

Dovevamo arrivare ormai agli sgoccioli della stagione per far succedere qualcosa degno di nota (si, mancano già solo 3 puntate alla fine della quinta stagione, mannaggia a voi). Nella scorsa puntata avevamo lasciato Sansa in balia di Ramsay e questa settimana la ritroviamo praticamente ridotta a schiava sessuale: rinchiusa in camera tutto il giorno e costretta a passare ogni notte con suo marito, il che non dovrebbe neanche essere così spiacevole se non fosse che suo marito è un sadico psicopatico…comunque quando un giorno Theon le porta da mangiare lei gli chiede aiuto sperando di trovare ancora un po’ di umanità in lui. Errore! Il buon Reek corre subito dal suo padrone e le cose peggiorano…ma proprio all’ultima finestra della torre diroccata doveva far accendere sta candela???

Alla Barriera invece vediamo Jon Snow partire per andare a parlare coi Bruti, e per Sam e Gilly si mette male, soprattutto dopo la morte di maestro Aemon, povero vecchio!!! Anche se alla fine l’amore trionfa e Sam riesce a passare una notte di fuoco con Gilly, finalmente! Ormai ho perso il conto delle puntate in cui aspettavo che fra quei due succedesse qualcosa! Ringraziamo Spettro per il tempismo e per aver permesso che tutto questo accadesse.

Un pelo più a sud c’è Stannis che si sta dirigendo a Grande Inverno, ma la tempesta di neve ostacola lui e il suo esercito non poco; secondo Melisandre la battaglia contro i Bolton può essere vinta solo le Stannis offre in sacrificio sua figlia! Nooooooo! Povera Shireen. Per fortuna suo padre sembra essere assolutamente contrario, ma chissà che la malvagia strega non riesca a fargli il lavaggio del cervello…staremo a vedere!

Appena fuori Meereen per un caso fortuito Jorah riesce a incontrare Daenerys, che non è molto contenta di vederlo a dire la verità…ma poi arriva Tyrion a presentarsi come il “dono” portato da Jorah. Ma io sono l’unica a non avere la più pallida idea di cosa succederà a Tyrion adesso che è al cospetto di Daenerys? Bah…mistero

Ultimo ma non meno importante, ci spostiamo ad Approdo del Re, dove Ditocorto cospira prima con Cersei e poi con Olenna Tyrell così finiscono tutti amabilmente in prigione: Margaery, Loras e Cersei. Rimarrà qualcuno di sangue reale che non dovrà essere punito dagli dei??? E in ogni caso questo Passero e la sua setta di credenti mi incutono veramente timore, spero li facciano fuori al più presto!!!

Quindi ricapitolando: Jon è in viaggio, Daenerys ha fra le mani Tyrion Lannister e non si sa che cosa ne farà, Sansa è prigioniera a casa sua e fra poco si ritroverà coinvolta in una guerra fra Bolton e Baratheon e ad Approdo del Re metà gente è finita in prigione. La situazione non potrebbe essere più incasinata, ma ripeto, finalmente sta succedendo qualcosa! Piuttosto di alcune puntate che ci hanno propinato in cui non succedeva niente…ah mi stavo quasi dimenticando che per tipo 5 minuti si è parlato anche di Jaimie, Bronn e Myrcella che sono a Dorne: noia! Giuro che non vedo l’ora che si chiuda il capitolo su Dorne perché è veramente privo di qualsiasi importanza, e le 3 sorelle si sono rivelate una delusione su tutta la linea!

Unica pecca della puntata forse è stata la mancanza di Arya, finalmente sembrava succedere qualcosa di interessante pure a lei, peccato che la facciano vedere una puntata si e una no. Un piccolo appunto: che bello quando Daenerys e Jorah si sono ritrovati!!! (ok, non sono una coppia, ma erano carucci assieme, e adesso che Barristhan è morto le serve un altro consigliere…no?) Quindi ci rivediamo la settimana prossima con l’ottava puntata…vogliamo Sansa, Margaery e Loras liberiii!!! Tu invece Cersei puoi marcire in prigione per quel che mi riguarda.

Recensione a cura di Anna Nicoli