Un po’ in ritardo, lo so, sono pessima, ma eccomi qui con la recensione di Once upon a time! Non so perché, questa settimana sono stata un po’ frenata a scrivere questo recap, ma non perché la puntata non mi sia piaciuta, ma perché non mi ha ispirata appieno. Parto subito dicendo che io amo le puntate su Regina, questa è stata certamente una di quelle puntate, dove il suo animo esce allo scoperto, dove la sua vena bitch emerge, però non appieno. Rispetto alla puntata precedente però, scopriamo finalmente qualcosa sulla nostra Wicked e sicuramente questo è da apprezzare, offrendoci su un piatto d’argento un VS coi fiocchi.

Regina & Zelena sono personaggi così simili, ma allo stesso tempo diversi: una è verde, l’altra è.. normale. Guarda caso sono anche sorellastre! E su questo punto vorrei dire: Era proprio necessario tutto ciò? Ora, lo so, non è male come sviluppo, ma non sono un’amante accanita delle parentele, le trovo sempre molto forzate per suscitare l’OMG. E riguardo ai colpi di scena, Ouat ha certamente qualche problemino: deve rischiare di più. Che poi, appena la nostra Zelena nomina il nostro Tremotino, si capisce con largo anticipo che lo rivedremo a fine episodio! Il nostro Rumple è tornato più pazzerello che mai, sicuramente è mancato a molti di noi!

Torniamo a Regina, che mi ha fatto venire gli occhi a cuoricno per tutta la durata della puntata! Che dire, un minuto prima salva il figlio di Hood e il minuto dopo è contenta di avere una nuova rivale! Ehh, se non ci fossi tu mia Evil queen! Scusate, ma non vedo proprio il paragone con Zelena, mi sembra solo una brutta copia. Non che non mi piaccia il personaggio di Zelena, ancora devo studiarmelo bene! Una cosa è certa: amo i personaggi coi controcazzi e sicuramente lei è uno di questi. Intanto a Storybruco (come dico io) Emma aiuta Regina a scagionarsi. Ovviamente in quella cittadina puntano il dito prima del tempo, andremo sicuramente lontani in questo modo! Mi è piaciuta questa alleanza Regina & Emma, ha messo ancora una volta allo scoperto entrambi i ruoli di madre.

Il dolore di Regina è lampante, ma ancora una volta questa GRANDE DONNA ha la forza di rialzarsi, di ricominciare con suo figlio. Henry (quell’attore con le facce inespressive per intenderci) è predisposto, ma appena si ricorderà di tutto esclamerà il suo solito “Mom”. Charming intanto in questa puntata ha cercato di fare il “divertente”, se così si possa dire! E’ vero, di solito Regina escogita tutti i suoi piani per vendetta personale, ma questa volta è nettamente diverso. David, sei veramente cieco, non capisci che la perdita di un figlio espone così tanto questo personaggio? Ok, lo so, dovevo fare la recensione sull’episodio su Once upon a time, invece lo sto facendo su Regina Mills. E’ più forte di me!

Continuo comunque a non apprezzare l’amicizia tra Biancaneve e Regina: Lei deve distruggerla! Così deve essere! La felicità non deve esistere: lei non l’ha mai, perché gli altri sì? Episodio bello, ma mi aspettavo una spintarella in più. Tremotino è tornato e sono davvero contenta, mi mancava terribilmente. Poi la mia ship per eccellenza è Rumbelle, quindi come posso essere triste? Devo dire che mi stanno piacendo Hood & Regina insieme, spero in uno sviluppo in crescendo. D’altronde anche i cattivi si meritano un po’ d’amore.

Voto 7.5

Irene

Vediamo il promo della prossima puntata: (no comment l’attrice che fa Raperonzolo)

 

[banner]
Commenti disabilitati su Once upon a time: Recensione episodio 3×13: Witch Hunt