Okay, come cavolo facciamo a parlare della 5B di Lucifer senza fare Spoiler? Beh, ci proverò, in questa impresa eccezionale. Ben ritrovati amici, con il diavolo più famoso che c’è: Lucifer! Dopo una lunghissima attesa, possiamo tornare a parlare della quinta stagione di Lucifer, che nella prima parte non mi aveva conquistata appieno (trovate la recensione QUI), ma che ad ogni modo aveva aperto un pochino la trama delle porte dell’inferno. Ebbene, in questi otto episodi Lucifer fatica ad ingranare, diciamocelo. Per i primi quattro episodi, mi è sembrato infatti di vedere un pochino un riempitivo di ciò che è Lucifer. Mi spiego meglio: vediamo si come prosegue la storia, soprattutto dopo il finale molto aperto della 5A, ma vediamo anche le solite cose. Chloe che indaga nei soliti omicidi, il padre di Lucifer che ci regala dei momenti esilaranti e Ella che riesce ad essere sempre un gran contorno.

Nel secondo episodio vediamo addirittura un Musical, che può starci, può essere divertente, ma raggiunge un imbarazzante performance e del trash non da poco. Nel quarto episodio invece, vediamo un episodio che può essere completamente slegato alla trama (BORING!!), un po’ come era già successo nella 5A con l’episodio in bianco e nero, ma che acquisterà più significato nel finale della quinta stagione. Ebbene, per quanto mi riguarda, fare ben DUE episodi in una stagione completamente slegati è un pochino.. eccessivo. Okay, capisco le ragioni per il quarto episodio della seconda parte (5×12 e non posso dirvi di più, altrimenti vi farei uno spoiler immenso), tuttavia nell’insieme posso considerarla una scelta moooolto riempitiva. Dal quinto episodio però (5×13 per intenderci), vediamo finalmente un progredire della trama. E qui ho finalmente rivisto il Lucifer che mi piace, quello che vedo con piacere.

Maze l’ho trovata un pochino affrettata, soprattutto dopo l’approfondimento della 5A, così la stessa sorte l’ho trovata poi in Linda. Ecco, è qui che non capisco il perché di questi riempitivi, che potevano essere usati un pochino di più per l’approfondimento invece di questi due splendidi personaggi. Per il resto invece, avremo un incredibile colpo di scena nella 5×15 che vi farà piangere fino all’anno prossimo e un finale (5×16) che vedrete tutto il tempo a bocca spalancata. Ecco, sembra di essere un altalena. Lucifer non è famoso per i colpi di scena, diciamocelo.

Però devo ammettere che nei due episodi finali è riuscito a colpirmi in modo più che positivo. Insomma, questa 5B alla fine è riuscita a salvarsi in corner, regalandoci grandi emozioni nel finale, ma poteva fare certamente di più. Non mancano ovviamente le parti comiche e i momenti con il padre di Lucifer saranno quelli che apprezzerete di più.

Nel complesso la quinta stagione ha subito alti e bassi, avrebbe reso molto di più con un paio di episodi in meno. Ora non ci resta che aspettare la sesta stagione, che dovrebbe essere quella finale per il nostro Lucifer, a meno che non ci sia qualche cambiamento dell’ultimo minuto. La trama sembra infatti pronta per il gran finale e sono curiosissima di sapere come faranno a concludere la storia del nostro diavoletto. Chloe e Lucifer continuano ad essere una delle coppie che ci fanno più battere il cuore, non riusciremo a lasciarli proprio ora. Dopo un finale del genere, ho sicuramente grandi prospettive. Speriamo che non mi deludano.

Voto 8–

Commenti disabilitati su Lucifer 5: Recensione (Seconda parte) – Netflix