Grey’s Anatomy: Recensione 12×08 (Winter Finale): Things We Lost in the Fire

Immaginate me, dopo una serata a guardare il finale di Hunger Games, che torno a casa e non dormo la notte. Immaginate me, nel guardare il giorno dopo il winter finale di Grey’s Anatomy, rimanendo così con mille cose in sospeso e una faccia WTF. Questa sono io oggi, piena di sonno e pensieri sconnessi, non sapendo che dire su questa puntata. Inizialmente non mi sembrava un Winter Finale, bensì una puntata come tante altre. La storyline dei pompieri non mi ha coinvolta o commossa più di tanto, stranamente, forse perché ero troppo focalizzata sul restante dei personaggi.

Se conoscete Shondona, non si sa bene cosa ha in serbo per noi, che sia un winter finale o season finale. Essere arrivati alla fine di questa puntata, con un unico paziente morto, è stato quasi un record biblico. Tuttavia, ci sono state svolte disarmanti sui personaggi, proprio negli ultimi minuti finali. Abbiamo scoperto che Owen ha una sorella, questo però come lo collega a Riggs? E’ suo fratello? Non credo, forse era sposato con sua sorella o simili. In ogni caso, cara Shonda, ti prego basta con questi fratelli e sorelle, ormai chiunque ha qualche parente sparso per il mondo. Quelli che mi hanno fatto veramente urlare in questo finale però, sono stati i Jolex. Oooh i miei tesori, stavo già in crisi per la mia Jo e alla fine Alex non mi ha deluso. Ha sfoderato l’anello nel moment più inadatto di sempre, come è solito fare. Io ero lì, fangirlante e urlante a guardarli.

E poi ci sono i Japril. No ragazzi miei, io non ci arrivo viva a febbraio. Cosa dirà Jackson a April? Sembra l’inverso di quel mid-season che conosciamo così bene. Io non sono psicologicamente pronta. E Amelia, la mia Amelia è tornata a bere con un ragazzo. Non potete capire la mia faccia. Da una parte credo proprio abbia ragione, anche se ultimamente non riesco ad andare contro Meredith, che è un personaggio che si sta facendo valere in questa dodicesima stagione. Tuttavia Amelia questa volta si è superata, condividendo un lato vero dell’intera faccenda. Come potete ben vedere, in pochi minuti la nostra Shondona ha totalmente ribaltato un episodio. Io mi sono ritrovata fangirlante e sotto shock nello stesso tempo.

Non so con che coraggio riuscirò ad arrivare a febbraio, ho bisogno di risposte immediate. Vorrei dirvi di più su questa puntata, come ad esempio il fantastico rapporto tra Richard & Arizona, che mi sta regalando un personaggio totalmente diverso da quello che sempre odiato. Oppure posso focalizzarmi sulla Pierce e il mio DeLuca, una coppia che si conferma sempre più fantastica dopo ogni episodio. La verità è che non ho la forza emotiva per farvi capire le mie emozioni, in quanto in sole 24 ore ne ho vissute fin troppe. Ci rileggiamo a febbraio!

Voto 8

[banner]
Commenti disabilitati su Grey’s Anatomy: Recensione 12×08 (Winter Finale): Things We Lost in the Fire