Game of Thrones: Recensione 6×05: The Door

Game of Thrones: Recensione 6×05: The Door

Vi mancava il sadismo di Game of Thrones? Allora questa puntata fa proprio per voi. Erano talmente desiderosi di farci piangere, che hanno pure rilasciato in anteprima la 6×05. Questa settimana ci concentriamo moltissimo sul Nord, sopratutto su Bran, che continua il suo viaggio mistico, chiamiamolo così.  Ogni Stark ha avuto un grande rilievo nel corso di questi cinquanta minuti, infatti siamo passati da Sansa, ad Arya, a Bran, per poi arrivare a Jon. La guerra è vicina e gli estranei finalmente sono tornati all’attacco. Ah, mi mancavano proprio gli estranei, che ogni volta ci catapultano quasi in un episodio di The Walking Dead. Abbiamo scoperto le loro origini, come sono nati, e come sono entrati in contatto con Bran. Questo ahimè, ha ovviamente portato a delle conseguenze. In primis con la morte di Estate, l’ennesimo lupo sacrificato; successivamente con la morte di Hodor. Una morte che mi aspettavo, che era nell’aria fin dai primi minuti di The Door.

“Hold the Door”, solo questo potremmo dire al riguardo. La sua morte è collocata all’inizio del suo disturbo, quindi è legata ai straordinari poteri di Bran. Che dire, credo che sia impossibile descrivere una scena del genere, ma sicuramente ci rimarrà impressa per molto tempo. Ma lasciamoci alle spalle tutto ciò, perché i sadismi di Game of Thrones sono sempre un boccone amaro da digerire. Nonostante il tema dell’episodio sia proprio questo, abbiamo visto proseguire la storyline di molti personaggi. Arya ha ricevuto l’ennesimo compito difficile, che richiederà l’uccisione di un uomo innocente. Il suo addestramento è per me un percorso senza fine, che inizia realmente a stancarmi. Tuttavia, Arya dovrà abbandonare totalmente quella che era e ‘rinunciare’ ad essere una Stark.

Alle isole di ferro intanto, Theon è finalmente tornato nei suoi panni! Totalmente ripulito, decide di appoggiare Yara. Ma Euron ruba la scena, iniziando a profetizzare quali saranno le sue prossime conquiste. Che ovviamente non avverranno, considerata l’autorità con cui si propone ai suoi sudditi. Costruitemi le navi, io arriverò sul trono.. ma per favore! Dove diavolo vuoi andare? Speriamo di vederlo affondare con le sue nuove navi! Sicuramente non riuscirai ad arrivare al fianco di Daenerys e prenderla in sposa, quindi inizia ad abbassare la cresta! La mia regina dei draghi, finalmente scopre le sorti di Jorah e mi regala una specie di gioia. Jorah finalmente ha messo a nudo i sentimenti che prova per la sua regina, mentre la nostra Khaleesi gli ha ordinato di guarire. Non vorrei vederli nuovamente lontani, ma ho seriamente bisogno di questa ship. Vi prego, datemi una gioia per questi due.

Per concludere, l’unica di cui non ho parlato è Sansa. Finalmente è giusto il momento di confrontarsi con suo zio e assumere i suoi ruoli da sorella. Ora che è riuscita a ricongiungersi con Jon, è tornata pure a cucire.. che entusiasmo! Il problema però è un altro, riuscire a conquistare Grande Inverno. L’unica pecca? Beh, è nelle mani del sadico Ramsey, che non ha di certo bei programmi per la sua neo-sposina. Ad ogni modo, devo ammettere che questa sesta stagione mi sta piacendo tantissimo. Riesce a calibrare bene gli avvenimenti, anche se vorrei riuscire a vedere più Daenerys! Infatti trovo per ora questa sesta stagione molto Stark centrica! Che per carità, è anche giusto, ma vorrei anche ampliare la panoramica del mio mondo fantasy preferito!

Voto 8