5 anni di Game of Thrones: le 5 morti migliori e le 5 peggiori (finora)

5 anni di Game of Thrones: le 5 morti migliori e le 5 peggiori (finora)

Game of Thrones è finito a malapena da un paio di mesi ma io ne sento già la mancanza come se mancasse da anni e passo le mie giornate sdraiata a letto guardando il soffitto della mia camera con sguardo perso nel vuoto (momento di melodrammaticità). No ok, a parte gli scherzi, ho pensato: quale modo migliore di celebrare queste prime 5 stagioni se non stilando una classifica delle 10 morti che più mi hanno colpito? Ovviamente suddividendo le morti in 5 che mi hanno fatto gioire e 5 che mi hanno spezzato il cuore. Quindi, preferite iniziare dalle notizie belle o dalle brutte? Io preferisco le belle!

LE 5 MORTI MIGLIORI DI GOT

1) Joffrey Baratheon: suvvia, chi non si è alzato in piedi sul divano urlando “muori str…!” quando Joffrey inizia ad avere i primi problemi per via del veleno? La sua morte ha fatto trasparire una vena sadica in ognuno di noi secondo me, quando vedendolo diventare viola e perdere sangue da ogni orifizio ci siamo messi a ridere e a gioire. Lo ammetto, mai morte fu più sperata da parte mia, quando ci siamo liberati di lui per me se ne è andato il personaggio più odioso di tutto il telefilm…e non è dir poco contando il numero di personaggi in totale!

2) Tywin Lannister: non a caso le prime due posizioni di questa bella classifica sono occupate dai Lannister (si ok, Joffrey TEORICAMENTE è un Baratheon, ma tutti sappiamo che è un Lannister purosangue). Che dire, Tywin si è meritato la morte che ha avuto: seduto nel cesso, colpito al cuore con una balestra dal figlio che più odiava (e che noi invece amiamo alla follia). C’è da aggiungere altro?

3) Viserys Targaryen: lui è un po’ il fratello stupido, quello che crede di comandare sempre, che vuole assolutamente la corona che gli spetta di diritto…si, ho tirato fuori la storia della corona apposta! Non si può negare che il modo in cui è morto sia uno dei più epici delle 5 stagioni (per chi non se lo ricordasse è morto per mano di Khal Drogo che gli ha rovesciato in testa un pentolone pieno di oro fuso). Epico, nient’altro da aggiungere.

4) Lysa Tully Arryn: per poco non mi dimenticavo di lei mentre stilavo la mia lista! Se vi dico “Porta della Luna” non vi viene in mente niente? Ecco, questa è un’altra delle morti epiche di Game of Thrones; la scena in cui Ditocorto dice a Lysa “c’è solo una donna che ho amato veramente in vita mia…ed era tua sorella” è stata sensazionale. Niente può essere paragonato all’espressione di Lysa prima che venisse gettata nel vuoto da Petyr. Poveretta, non che avessi niente contro di lei eh…ma non mi stava nemmeno troppo simpatica.

5) Ok, questa quinta posizione è stata combattuta…io onestamente avrei voluto mettere Stannis per ovvie ragioni, ma la mia caporedattrice me lo ha proibito poiché non abbiamo la certezza al 100% che costui sia veramente morto (che tu sia dannata! Con amore, ovviamente). Quindi mi duole ammetterlo ma ho fatto una piccola indagine fra i miei amici matti GOT come me, e mi ha sconvolto sapere che tutti, e dico TUTTI, sono stati contenti della morte di Myrcella…ma seri? Boh…cioè io contenta per niente, ma nemmeno ne sentirò la mancanza. Diciamo che si aggiudica il quinto posto per l’inutilità del suo personaggio. Per me era quasi più concepibile mettere in quinta posizione il Mastino, ma cedo al volere del popolo. Addio Myrcella! E con lei abbiamo 3 Lannister in 5 posizioni…good job!

Passiamo ora ai 5 punti strappalacrime:

1) Famiglia Stark: ammettiamolo, per ogni Stark che è morto ci abbiamo lasciato un pezzo di anima (un po’ come Voldemort con gli Horcrux…ok sono fuori contesto). Partendo da Ned e passando per Robb e Talisa per poi finire con Catlyn, non ce n’è uno che non mi manchi da morire (menzione d’onore anche per Vento Grigio). Che poi gli Stark siano la casata più sfigata in tutta Westeros ormai è assodato, ma noi continuiamo ancora a fare il tifo per loro, perfino per Sansa! O almeno, io si!

2) Jon Snow: inizialmente volevo metterlo fra gli Stark, ma lui in realtà è un “bastardo”, e poi meritava un punto tutto suo. Lo ammetto, sono ancora sconvolta per la sua morte, anzi a dirla tutta sono ancora in fase di negazione e se qualcuno mi chiede “ma è morto davvero?” io rispondo “si, ma tanto torna”. E non dite di no perché Jon Snow non può non tornare! Lui era IL personaggio per me, non dico che guardassi il telefilm solo per lui, ma adesso non sarà più la stessa cosa e la sua assenza a me peserà moltissimo. Non voglio dilungarmi oltre su questo punto, concludo dicendo che odio tutti i Guardiani della Notte e soprattutto Olly. Vi odio e spero che moriate tutti, ecco.

3) Khal Drogo: non nutrivo moltissima simpatia verso questo personaggio inizialmente, però poi col tempo ho imparato ad amarlo, un po’ come Daenerys…e sul più bello è morto. No ma grazie. Si sente la sua mancanza nel telefilm? Non troppo secondo me, infatti si merita a malapena il terzo posto. Sorry Khal!

4) Ygritte: pure lei inizialmente non mi ispirava simpatia, in seguito però la coppia che ha formato con Jon è diventata una delle mie preferite…almeno finché lei non è morta ovviamente! Non sarebbe neanche stata troppo sconvolgente come morte la sua, se non fosse che se ne è andata proprio fra le braccia di Jon…e adesso che ci penso, è stato proprio Olly a scagliare la freccia che l’ha uccisa!!! Quel bambino maledetto, che tu sia dannato Olly!

5) Oberyn Martell: lui non era per niente uno dei miei personaggi preferiti, ma ammettiamolo: tutti tifavamo per lui contro la Montagna. Sfido chiunque a dirmi il contrario. E vederlo morire in quel modo…non riesco nemmeno a descriverlo, è stato raccapricciante! Anche perché lui doveva salvare Tyrion maledizione! Pace all’anima tua Oberyn, non si può dire che tu non ci abbia provato.

Ed ecco conclusa la mia personale lista con le 5 morti migliori e le 5 peggiori, sicuramente avrò lasciato fuori qualcuno (ad esempio Ser Barristan, pover’uomo) ma è una classifica personale…per cui se avete qualcuno da togliere, aggiungere o cambiare fatecelo sapere con un commento!!!

Articolo a cura di Anna Nicoli