The Whispers: Recensione 1×13 (Season finale): Game Over

The Whispers: Recensione 1×13 (Season finale): Game Over

Ed eccoci con il finale di stagione, e si spera non di serie, di The whispers. Questa volta, con decisamente meno ritardo, mi accingo a vedere l’episodio, che mi aspetto essere ricco di colpi di scena e anche, in qualche modo, di risposte. Finora questo show si è distinto per la coerenza e l’originalità della storia, per la buona recitazione degli attori, che diventa addirittura eccellente per alcuni bambini, ed infine per aver saputo dosare scene d’azione, di suspance e di mistero. Infatti, faccio parte della schiera di quelli che desiderano ardentemente il rinnovo. C’è forse qualcuno che non lo vuole? Probabilmente la rete tv, perché non è uno show dai grandi ascolti. Ma possibile che vengano mantenute in vita serie oscene e piene di buchi di sceneggiatura solo perché seguite, e poi si cancellino show ben fatti perché di nicchia o non ancora esplosi? È la dura legge della Tv. Adesso, però, bando alle ciance e andiamo a vedere che voti ho dato ai nostri protagonisti, quest’ultima volta…Let’s start!

Claire: voto 9. Per fortuna che c’è lei. Non mi stancherò mai di dirlo. Da sempre la mia preferita ed, in qualche modo, anche la preferita di Drill. Dopo aver invitato Wes e Claire a compiere dei sacrifici, Drill si suicida. La domanda è: a quale scopo? Il rapimento non me lo aspettavo, lo confesso. È stato un bel colpo di scena. Wes che le salva la vita è stato un ulteriore colpo di scena, ovviamente per me graditissimo. Mi piaceva l’idea che lei ed Henry potessero comunicare con il linguaggio dei segni, come se fosse qualcosa di ancestrale, precedente a Drill, che quindi potesse riportare fuori Henry dal controllo di Drill. Purtroppo però era solo un modo per ingannare Claire e condurla dove, a quanto pare, doveva essere. Il sacrificio di Claire è stato toccante e da vera eroina, all’altezza delle aspettative. Brava!

Wes: voto 8. Wes, coerentemente con il suo personaggio, affronta questa vicenda razionalmente, quasi militarmente. Barry Sloan è un figo che picchia duro, a prescindere dalla serie tv e dal personaggio. Infatti, anche il nostro Wes non è da meno ed è l’unico che riesce a sfuggire al rapimento. Riesce anche a rintracciare Jessup e, grazie a lui, trova anche Sean e Claire. Wes sapeva che le testate nucleari non avrebbero funzionato, difatti Henry conferma. Wes tenta di salvare Minx, la trova, ma arriva troppo tardi e Minx è già stata catturata. Mai una gioia per il povero Wes.

Sean: voto 8. Sean si è dato alle ricerche e sta cercando di rendersi utile, scavando ancora nel passato di Thomas e in effetti ottiene qualcosa di interessante dal padre, Ron. Gli amici di Drill hanno risposto al suo segnale. 111215. Uno dei tatuaggi di Sean, ma in un attimo passi dalla stele di rosetta al rapimento. E adesso questi adulti coinvolti chi diavolo sono? Nient’altro che i bambini con cui Drill parlava nel lontano ’82, visto che Drill non abbandona mai i suoi amici. Penso che Sean potrebbe essere un personaggio chiave in un’eventuale prossima stagione. Speriamo bene!

Bambini: voto 9. Scena molto tenera tra Henry e Minx. La piccola Minx, da iena insopportabile asservita a Drill si è lentamente trasformata nella più grande fan della sua disfatta. Finalmente, tutti i bambini hanno aperto gli occhi. La vera protagonista però è un’altra bambina, che in realtà non è più se stessa: Cassandra, la nostro Orion, che annuncia l’inizio del dominio degli alieni sulla Terra e poi viene polverizzata. Il suicidio di Drill, però, ha risvegliato qualcosa nei bambini marchiati e ora Drill ha creato un vero e proprio esercito, includendo i bambini marchiati nel 1982, ora ormai adulti e sicuramente più utili. Tutti i bambini che, a livello cosciente odiavano oramai Drill, si sono di nuovo piegati alla sua volontà, come sotto ad un incantesimo. Tutti i bambini, anche quelli cresciuti, non erano altro che cellule dormienti, riattivate al momento più opportuno. Inoltre, si è finalmente scoperto cosa vogliono davvero gli alieni: i bambini. Perché? A cosa servono? E dove li hanno portati?

Ho apprezzato moltissimo questo finale di stagione, così pieno di pathos e di colpi di scena. Ci sono state date molte risposte, tanti eventi, che attendevamo da tempo, si sono verificati, ma questo ha generato nuove domande. Dove sono adesso i bambini? Ora che Claire è stata presa, qualcosa cambierà? Il suo sacrificio avrà avuto un senso? Oppure Drill voleva questo da lei? Se sì, perché? Speriamo di poter avere tutte le risposte a queste domande, nella prossima stagione. Nel frattempo, il mio voto per questo finale di stagione è 9 ed in generale promuovo l’intera stagione a pieni voti. A voi è piaciuto? Sperate, come me, in un rinnovo o vi siete già rassegnati? Intanto, spero che la mia recensione, l’ultima per quest’anno, vi sia piaciuta.

A presto, Fede.

Passate da The Whispers – Italia