The Walking Dead: Recensione 9×07: Stradivarius/Stradivari

The Walking Dead: Recensione 9×07: Stradivarius/Stradivari

Ben tornati in un nuovo lunedì, insieme ai nostri sopravvissuti preferiti. Settimana prossima ci aspetterà il mid-season di questa nona stagione di The Walking Dead, che ha portato certamente un po’ di scompiglio tra i fan. Come c’era da aspettarsi infatti, questa 9×07 non ci racconta assolutamente nulla, mettendo così in cantiere una puntata molto lenta e noiosa. Se devo proprio essere sincera, questo episodio di transizione mi ha fatto proprio sonnecchiare. Sarà anche per il freddo che mi rende parecchio addormentata e svogliata, ma devo ammettere che non mi è proprio piaciuto. In primo piano abbiamo tra l’altro Daryl, il mio eterno e unico personaggio preferito di questa serie-tv. Il nostro arciere si comporta da vero e proprio sopravvissuto, vivendo nei boschi e piazzando qualche trappola qua e la.

Non ha ancora smesso di cercare Rick, proprio come un vero fratello. D’altra parte il suo corpo non è stato ancora ritrovato, in quanto come ben sappiamo è sopravvissuto all’esplosione. Daryl però, è sempre ricercato da Legolas dei poveri, desiderosa di riportarlo dalla sua parte. Sente la mancanza del suo migliore amico, ma Daryl ha cercato di colmare ogni affetto con la compagnia di un cane. E come poteva non chiamarlo se non Cane? D’altra parte l’originalità non gli è mai mancata. Carol tuttavia, è sempre pronta a scoccare qualche freccia e tornare a Hilltop nel momento del bisogno. Qui apprendiamo le ferite di Rosita, a cui sopravviverebbe pure mia nonna di ottanta anni. No, non ci interessi Rosita, grazie comunque, riprova più tardi.

A Hilltop tuttavia, Maggie non è più al comando. La sua uscita di scena è stata gestita a dir poco male, se non in modo alquanto frettoloso. Tutto a causa dei piani alti di The Walking Dead, che hanno combinato il solito macello con i contratti. Comunque ben mi rassicura che non sia morta, questo vuol dire che tornerà sicuramente, anche se non sappiamo bene come. Forse il suo ritorno aprirà anche nuove porte nel mondo di Walking Dead, che daranno sicuramente un po’ di azione a queste puntate prive di nulla. Per il resto non abbiamo visto nulla di che. Tra Aaron e Jesus nascerà probabilmente una storia d’amore, hanno iniziato un allenamento insieme e la chimica tra i due è sicuramente innegabile. Il gruppo di Alexandria è invece alle prove con l’ingresso dei nuovi personaggi.

Ci troviamo nuovamente di fronte alla classica scena in cui una vecchia conoscenza diventa uno zombie, con tanto di Michonne sempre pronta a cagare il cazzo. Insomma, in questa donna è sicuramente presente della rabbia repressa! Riesce a far fuori anche un povero violino. Dategli un calmante, fate qualcosa! In conclusione, come potete ben vedere, questo episodio non ci racconta nulla di nuovo. L’unico che merita è sicuramente Daryl, che con l’acquisto di un cane risolleva sicuramente un pochino gli animi. P.S. Legolas, ti ringraziamo per il tuo lavoro pessimo di parrucchiera. Sei pregata di non toccare i capelli di Daryl, ti ringrazio. 

Voto 6