The Walking Dead: Recensione: 8×14: Still Gotta Mean Something/La parola di un uomo

The Walking Dead: Recensione: 8×14: Still Gotta Mean Something/La parola di un uomo

Due puntate e saluteremo questa stagione di The Walking Dead. Una stagione che è volata, tra azione e suspense. Questa settimana, gettiamo sicuramente delle basi interessanti per il season finale. Ogni personaggio, ancora una volta, fa prevalere il suo lato umano o la pazzia. In primis Negan, il cattivo più disprezzato da tutti, ma al momento con l’umanità più grande. Negan affronta una Jadis al limite della rassegnazione, che alla fin fine decide di lasciare andare il nostro leader dei Salvatori. Ormai però, ha ben pochi uomini a sua disposizione e il motore della salvezza è Eugene.

Un Eugene preso di mira da Daryl & Rosita, che sembrano voler fargliela pagare a tutti i costi. Il voltafaccia di Eugene infatti, ci aveva lasciato parecchio perplessi. Senza di lui, Negan non saprebbe da dove iniziare per fabbricare le armi, anche se sembra sempre pronto ad ideare nuovi piani d’attacco. Un piano dettato da una guerra che non sembra aver mai fine, quella con Rick. Il nostro protagonista, vaga ormai allo sbando, in cerca di risposte, forse la lettera del figlio lo aiuterà a ritrovare la via della ragione. Ad ogni modo, non sembra l’unico ad aver perso le staffe. Il confronto con Morgan è a dir poco sottile, in quanto entrambi hanno perso un figlio in età prematura.

Anche Carol però ha perso una figlia, tuttavia è migliorata nel corso del suo cammino. Non importa se al momento è praticamente ‘inutile’ ai fini della trama, quello che importa è che è sempre pronta ad aiutare il prossimo. Almeno il karma ha colpito i Salvatori, chissà se sarà d’aiuto ai nostri protagonisti, dopo l’apparizione effettiva dell’elicottero! Pura immaginazione? Oppure realtà? Gli indizi che constatano che qualcosa di grande è la fuori, si fa sempre più concreta. In questa 8×14, analizziamo quindi i vari aspetti di psicologia dei personaggi, con un Daryl ancora sul piede di guerra. La sua insistenza snatura sicuramente il suo personaggio, ma il rimprovero di Tara sarà sicuramente un nuovo punto d’inizio per lui.

Dubbio cocente è invece l’identità della persona caricata da Negan in auto. Chi avrà salvato? Dwight? Simon? Qualcuno che non immaginiamo minimamente? Non riesco proprio a fare previsioni di chi possa essere. Quello che è certo, è che l’adrenalina aumenta ad ogni episodio di The Walking Dead. Settimana prossima, faremo i conti prima della ardua tempesta. Concluderemo la settimana dopo, con l’attesissimo season finale. Cosa accadrà? E sopratutto, chi sarà l’ennesimo a lasciarci le penne?

Voto 7

Precedente Grey's Anatomy: Recensione 14x17: One Day Like This Successivo Grey's Anatomy: Recensione 14x18: Hold Back the River

Lascia un commento

*