The Walking Dead: Recensione 8×10: The Lost and the Plunderers/Hai già perso

The Walking Dead: Recensione 8×10: The Lost and the Plunderers/Hai già perso

Il dolore per la perdita di Cooorl ancora aleggia nell’aria. Rick è un padre distrutto, un leader che deve capire in che direzione andare, dopo aver sentito le parole del figlio. Michonne è distrutta come una madre, mentre il resto del gruppo è ormai lontano da Alexandria. Un Alexandria ormai caduta in mille pezzi, conservatrice di vecchi ricordi. Ricordi che hanno ospitato le ultime azioni di Cooorl e questo non potremo mai cancellarlo. Rick ad ogni modo, deve venire a confronto con le ultime parole del figlio, che ha lasciato una lettera d’addio anche a Negan. Un Negan completamente afflitto dalla notizia della morte di Coorl, quasi umano.

E sebbene Negan si è sempre fatto valere per quello che è, per quella bestia che tutti noi abbiamo ritratto, in fondo anche lui ha un cuore. Un cuore che lo porta a dire parole dure a Rick. Un leader che ha perso lo scettro e che dovrebbe arrendersi. Ora come ora, è un leader dominante dal dolore, che vuole comunque uccidere Negan, ma riuscirà realmente a farlo? Sembrerebbe proprio di no. Tuttavia,  decide di non aiutare Jadis, anche dopo essersi assicurato che sopravvivesse. Sembra voler farsi scivolare addosso ogni responsabilità, una volta per tutte. Eppure anche Jadis, come Rick, ha perso una casa, ma ha fatto in modo di restarci. A differenza di Alexandria però, non è governata dalle fiamme. 

Hilltop è comunque un altro rifugio disponibile per i nostri sopravvissuti, ma per quanto tempo? La resa dei conti si fa sempre più vicina e i gruppi cominciano a scarseggiare. Simon decima la discarica, lasciando solo il suo capitano, mentre Aaron non riesce a portare un nuovo gruppo alla base. Tuttavia non vuole arrendersi, ma comunque vada la differenza numerica sarà sempre presente. Rick al momento è in estremo svantaggio, nonostante il gruppo di Salvatori catturati da Maggie. Ma quanto possono essere utili realmente? Insomma, Negan sembra esser sì furioso dal messaggio della nostra Maggie, ma non sembra poi preoccuparsene più di tanto, a differenza di Simon. Decide di continuare il suo piano, sebbene la tregua sia ormai lontana.

Diciamocelo, ormai, dopo tutto quello che è stato fatto, la tregua tra Rick & Negan è quasi impossibile, visto anche il discostarsi dal fumetto. Perderemo sicuramente altri sopravvissuti e ci imbatteremo in qualcosa di inaspettato. La 8×10 è una puntata che si concentra sulle emozioni di alcuni personaggi, con una narrazione lenta e incalzante che mi è piaciuta molto. Si è approfondita la psicologia dei personaggi e si è intravista quell’umanità che non si vedeva ormai da molto, molto tempo. Cosa accadrà ora? Rick riuscirà a togliersi l’ennesima morte sulla coscienza e affrontare Negan, oppure abbandonerà il suo piano iniziale e diventerà improvvisamente un pacifista? A voi i commenti!

Voto 8