The Walking Dead: Recensione 7×05: Go Getters/Codardi

The Walking Dead: Recensione 7×05: Go Getters/Codardi

Hilltop è nuovamente sui nostri schermi, per ricordarci che fino hanno fatto Jesus, Gregory e soprattutto Maggie. La nostra mogliettina ormai vedova, è ovviamente afflitta dalla morte del marito (come noi), e cerca in tutti i modi di farsi valere. E ci riesce con gran classe, diciamocelo! Maggie è sempre stata uno dei miei personaggi preferiti e non l’ho mai nascosto, anche con i suoi alti e bassi. Certamente ricorderemo la sbadataggine verso la sorella, ma l’amore verso il marito è qualcosa di innegabile e immutabile. Glenn giace ormai sottoterra. Per ricordarlo non servono oggetti significativi o altro, perché ha sempre fatto parte di lei. L’orologio del padre è un continuo rito di passaggio, un testimone da tramandarsi in quella che ormai è la sua famiglia.

Forse consegnarlo ad Enid non è stata la scelta giusta, ma ben ricorderemo quanto Glenn si sia dato pena per aiutarla. Enid era molto legata a Glenn, così come lo è a Maggie. Ancora una volta quindi, decide di allontanarsi da Alexandria per andare in suo soccorso. Tale atteggiamento, non poteva però sfuggire al bulletto del nostro Coooorl, che ormai è comandato dal cuor tenero. Dopo i trascorsi del tempo delle mele dentro ad un albero, finalmente bacio fu. Cooorl ormai è dettato dagli ormoni adolescenziali, ma questo non lo priva di raggiungere il suo vero obiettivo: Negan. I lettori del fumetto forse hanno una vaga idea di cosa aspettarsi, ma per tutti gli altri consiglio vivamente di allacciare le cinture.

Coorl e Jesus potrebbero quindi collaborare ad un piano per sconfiggere Negan? D’altronde, l’unico a voler lasciare le cose come stanno è Rick. Il nostro leader è ormai succube di quello che è successo alla sua famiglia, quindi da una parte non possiamo che biasimarlo. Come ci ricorda il buon vecchio ed acido Gregory però, il nostro leader aveva promesso una resa dei conti con Negan. Rick non si è mai tirato indietro dal nemico, per una volta ci deve pensare il resto del gruppo. Hilltop e Alexandria potrebbero però essere più in pericolo di così, causando una scia di morti che ci rimarrebbe sul cuore. 

La 7×05 è una puntata che spalanca diverse porte, anche con la sua narrazione di passaggio. Il ritorno di Jesus è sempre un piacere per gli occhi, nonché l’unico personaggio che riesce a farsi valere all’interno di Hilltop. Gregory d’altro canto, non c’era mancato per nulla. Viscido fino in fondo come nel fumetto, cerca sempre in tutti i modi di screditare quello che lo circonda. Ormai il suo trono gli è stato però rubato.. Jesus, ti prego! Pensaci tu ad Hilltop. Maggie sarà pur debole dopo quello che è successo, ma non ci pensa due volte a mettere al proprio posto Gregory e questo le fa molto onore. Non è pronta però ad affrontare Negan, anche se così sembrerebbe. Forse è proprio per questo che Sasha decide di nasconderle la verità.

Una volta individuata la posizione di Negan, come agiranno i nostri sopravvissuti? Opteranno per un attacco a sorpresa? Oppure rischieranno di parlarne con il nostro leader? Come ben sappiamo, ormai il vero comando è di Negan e, con i suoi Salvatori, non ci metterebbe nulla a far piazza pulita. La distanza numerica è sostanziale, ma qualcosa bisognerà fare per mettere fine a questo nuovo regno di terrore. Il md-season ormai si avvicina, che sia l’ora di una piccola resa dei conti? Non ci resta che aspettare per scoprirlo!

Voto 7