The Vampire diaries: Recensione episodio 5×03: Original Sin

The Vampire diaries: Recensione episodio 5×03: Original Sin 

The vampire diaries questa settimana torna con un episodio particolare, all’insegna dei falshback. Innanzitutto devo dire che questo episodio non mi è piaciuto, l’ho trovato parecchio irreale! Cominciamo dal principio: Elena e Katherine si ritrovano a fare lo stesso identico sogno su Stefan, che si trova in pericolo. Il vampiro è in compagnia di una donna misteriosa (Tessa), la quale sembra essere a conoscenza del passato di Silas.

Scopriamo così, che il mondo è popolato da Dopplenganger. Anche voi là fuori potreste avere un clone, che col passare degli anni era predestinato sempre allo stesso uomo/donna.

Spero che tutto ciò sia uno scherzo! Non solo trovo questa idea priva d’originalità, ma anche seccante! Diciamocelo, non vogliono far proprio vivere a Damon ed Elena la loro storia, capisco che è un amore tormentato ma un po’ di pace momentanea? Elena e Stefan sono predestinati a stare insieme, un po’ come Luce e Daniel di Fallen (e chi ha letto il libro può capire!), ma riusciranno davvero ad avere l’amore perfetto?

Elena nell’episodio precedente aveva detto a Damon di amarlo, allora perché appena vede Stefan, gli salta al collo? Damon giace a terra sofferente e il suo pensiero va all’altro fratello?

Non vi sembra un po’ irreale? Intanto scopriamo che la cura è nel sangue di Katherine, cosa abbastanza intuibile dalla sua trasformazione in umana. Insomma, tra la storia di Silas da romanzo rosa e le dopplenganger che regnano il mondo, non sò proprio come valutare l’episodio! Almeno nel finale, Damon mi ha fatta rinsavire con le sue bellissime parole!

 

Ma la mia felicità è durata un millesimo di secondo, perchè come se non bastasse, Stefan ha perso tutti i suoi ricordi, dopo l’incantesimo di Qetsiyah! Assisteremo a un ritorno alle origini? Speriamo proprio di no!

Voto 5

Irene