THE RAIN: Recensione prima stagione (NETFLIX)

THE RAIN: Recensione prima stagione (NETFLIX)

Nuova entusiasmante serie Netflix, che ci catapulta in un mondo apocalittico, in modalità sopravvivenza. Tema principale? La pioggia. Una pioggia nociva, che può uccidere e mettere a repentaglio la nostra vita. Inizia così una fuga, una fuga composta da bunker, rifugi sicuri e stranieri a caccia di risposte. La serie, racconta sicuramente una trama interessante, con qualche picco di irrealtà inspiegabile a riguardo. Partiamo dalla protagonista: Simone. Una protagonista cocciuta, che farebbe di tutto per salvare la vita di suo fratello: Rasmus. Lui è la chiave di tutto, come ci dice il padre, spoilerandoci così l’intera stagione già dal primo minuto. Rasmus sarà si la chiave, ma sembra non vivere nemmeno su questo pianeta. La sua è una idiozia folle, forse anche dovuta alla mancata crescita genitoriale.

Non che la sorella sia un genio, mettiamolo subito in chiaro, ma almeno riesce a trovare tutti i rifugi sicuri meglio di una bussola da ultima generazione. Non si sa bene come faccia ad orientarsi, ma questo rimarrà per noi un mistero. Come ogni serie di sopravvivenza che si rispetti, sul cammino si incontrano vari personaggi, che saranno disposti o meno ad aiutarci. Da Martin, a Beatrice, a Jean, a Lea, fino ad arrivare a Patrick. Ognuno di loro, ha un passato e un segreto da nascondere, ma saranno ben disposti ad aiutarsi a vicenda, anche se con qualche riserva. La pioggia però, ha creato altrettanta gente folle, desiderosa di cibo e salvezza. Si farebbe di tutto pur di trovare un pasto a disposizione e la creazione di comunità losche a dir poco d’obbligo. Simone & Rasmus non perdono però di vista il loro cammino, lottando e lasciandosi alle spalle qualcuno a loro caro.

The Rain è una serie che incuriosisce ed intrattiene, ma che ci mette di fronte a situazioni folli e improbabili, con qualche picco di trash ingiustificato. E’ una serie che però alla fin fine mi è piaciuta. Non è noiosa, anche se la trama in sottofondo è alquanto debole. Essendo solamente otto episodi, direi che potreste rischiare a guardarla, facendovi un opinione tutta vostra. Se vi piacciono le serie di sopravvivenza, con un alone di mistero, questa è sicuramente la serie che fa per voi. D’altronde, ogni serie Netflix ha il suo fascino e ci intrattiene con le sue maratone quotidiane.

Nella serie, non manca di certo la psicologia e la caratterizzazione dei personaggi. Non manca uno scenario forte e un ambientazione fantastica. E’ una serie che alla fin fine ha il suo perché, riuscendo a intrattenere il suo telespettatore. avete già visto voi questa prima stagione? Sono curiosissima di scoprire cosa accadrà nella seconda! Fatemi sapere la vostra opinione!

Voto 7.5