Recensione: “Un magnifico equivoco” di Jamie McGuire

Cari lettori, oggi parliamo nuovamente della saga di “Happenstance”, della meravigliosa Jamie McGuire! Dopo avervi parlato del primo romanzo di questa nuova saga (recensito QUI), eccomi con un nuovo appuntamento, per condividere con voi le mie impressioni sul secondo attesissimo capitolo! Ringrazio ovviamente la splendida Garzanti, per avermi inviato una copia cartacea del romanzo.

un magnifico equivocoTitolo: Un magnifico equivoco

Autore: Jamie McGuire

Edito da: Garzanti

Pagine: 128

Prezzo: 10,00€

Data d’uscita: 21 Maggio 2015

Trama: La vita di Erin è cambiata all’improvviso. Tutto quello in cui ha sempre creduto si è rivelato una bugia. E ora in una nuova casa e in una nuova famiglia, non sa più quale sia il suo posto. Si sente smarrita e sola. A scuola nessuno riesce a capirla, nessuno riesce a starle vicino. Nessuno tranne Weston. Erin non può ancora credere che il ragazzo più irraggiungibile del liceo abbia scelto proprio lei. Far finta di resistere ai suoi occhi verdi e profondi è stato inutile. Con lui accanto ogni cosa ha un sapore diverso, una luce speciale. Ma anche i problemi sono sempre dietro l’angolo. Perché Weston è una calamita per situazioni complicate. Perché a volte per seguire l’istinto fa la mossa sbagliata. E ci sono verità che non possono restare nascoste per sempre. D’un tratto il loro amore inesauribile e unico sembra farsi in pezzi come un castello di sabbia risucchiato dalle onde. Erin non crede più a nulla. Perdersi in quello sguardo che le dava sicurezza e felicità è diventato difficile. Il suo cuore torna a chiudersi per non soffrire ancora. Eppure Weston conosce la strada che porta ai suoi sentimenti più fragili. Conosce le parole giuste da sussurrarle. Conosce il modo per difenderla dalle sue stesse debolezze. Adesso Erin deve trovare dentro di sé la forza di combattere contro tutto e tutti. Contro un passato che ha ancora molto da raccontare e contro la paura di ammettere che quello che la lega a Weston è pura magia. Perché anche per sognare ci vuole coraggio.

Puoi acquistarlo qui: 

La mia recensione:

Non amo i libri d’intermezzo, soprattutto nelle trilogie. Jamie McGuire è riuscita però a spezzare questo incantesimo, con il secondo libro della saga di “Happenstance”. Sono rimasta piacevolmente sorpresa, soprattutto dopo un primo capitolo non proprio entusiasmante. Forse perché sono riuscita ad affrontare questo libro con più serenità, senza pretese, e me lo sono goduta al meglio. La storia di Erin prende una grande svolta in “Un magnifico equivoco”, che mi ha piacevolmente accompagnata durante la lettura. La McGuire, più che soffermarsi sulla storia d’amore di Erin e Weston, approfondisce il tema del bullismo e della famiglia. Una scelta abbastanza prevedibile, considerando la fine del primo romanzo, che ovviamente non vi svelerò. Lo stile dell’autrice si conferma leggero, scorrevole e privo di dettagli anche in questo secondo romanzo, tuttavia rispetto al primo l’ho trovato meno affrettato, nonostante abbiano la stessa lunghezza. Forse il punto chiave di questa nuova saga della McGuire, oltre all’amore che nutrono i nostri due protagonisti, è quello di trattare temi abbastanza delicati. Essere accolto in una nuova famiglia, scoprire terribili segreti, continuare a essere ridicolizzato dai compagni di scuola per il tuo passato… non deve essere facile per Erin.

Questo però succede al giorno d’oggi, quindi mi è piaciuto come l’autrice abbia deciso di soffermarsi più su questi temi, rispetto invece ad altri. Non temete, perché non mancano i momenti d’amore. Anche se trovo la storia di Erin & Weston molto semplice, non mancano i momenti teneri e quotidiani che condividono insieme. Riusciranno però a superare le avversità, a rimanere insieme nonostante il futuro che li attende?

<< Lo avevo sempre guardato di nascosto, ogni volta che potevo, e ora invece ero libera di farlo per tutto il tempo che volevo. Mi aveva detto un paio di volte di amarmi, ma non era un sentimento recente. Weston Gates si era preso una cotta per me quando eravamo bambini e probabilmente l’avevo sempre amato anch’io, senza tuttavia ammetterlo perché non potevo.>> Da Un magnifico equivoco.

“Un magnifico equivoco” si svolge proponendoci molteplici fatti, uno dietro all’altro. Ormai ho accettato queste piccole novelle, anche se vorrei più dettagli da parte della McGuire. Non mi resta che aspettare di leggere l’ultimo capitolo di questa mini-trilogia, sperando in una chiusura degna e sorprendente.

One thought on “Recensione: “Un magnifico equivoco” di Jamie McGuire