Recensione: “Tutte le volte che ho scritto ti amo” di Jenny Han

Cari lettori, sono tornata con una nuova recensione! Oggi parliamo di un’autrice di cui ho già letto una trilogia, che ho recensito ovviamente per il blog. Si tratta di Jenny Han! Dopo la Summer Saga (se non sapete di cosa sto parlando, in fondo all’articolo vi elencherò le mie recensioni), ho avuto l’onore di leggere il primo libro di una sua nuova duologia YA, grazie ovviamente alla splendida PIEMME, che mi ha inviato la copia cartacea del romanzo. Sto parlando di …

han_tutte le volte_coverTitolo: Tutte le volte che ho scritto ti amo

Autore: Jenny Han

Edito da: Piemme

Pagine: 372

Prezzo: 16,00€

Data d’uscita: 1 Settembre 2015

Trama: Lara Jean non ha mai apertamente dichiarato di essere cotta di qualcuno. Quello che fa è scrivere a ciascuno dei ragazzi di cui si è innamorata una lettera, che poi imbusta e custodisce gelosamente in una vecchia cappelliera. Un giorno, però scopre che tutte le lettere sono state spedite… e all’improvviso la sua vita diventa molto complicata, ma anche molto, molto più interessante.

La serie “To All the Boys I’ve Loved Before” è composta da:

1. To All the Boys I’ve Loved Before (Tutte le volte che ho scritto ti amo)

2. P.S. I Still Love You

Puoi acquistarlo qui:

La mia recensione:

Cara Jenny Han, eccomi di nuovo qui, a leggere qualcosa di tuo, quasi come due amiche di vecchia data che si rincontrano. La tua scrittura, anche in questa tua nuova duologia, è rimasta sempre la stessa. Ho riscontrato uno schema famigliare, come quello del famigerato triangolo, che onestamente non mi mancava. Ma non preoccuparti cara Han, sono riuscita ad apprezzare Tutte le volte che ho scritto ti amo un pochino di più, rispetto al primo romanzo della Summer Trilogy. Perché questa introduzione? Beh, si parla di lettere d’amore e questa recensione non poteva che rimandare all’argomento di oggi. Lara Jane, la nostra protagonista, è una ragazza metà coreana con un’interpretazione tutta sua dell’amore. Sostiene di essersi innamorata di cinque ragazzi e, a ognuno di loro, ha scritto una dolce lettera per dirgli addio. Come se bastasse una lettera per dimenticare l’amore, a quest’ora io ero la persona più felice della terra! Capiamo però la nostra Lara Jane, che l’amore vero deve ancora scoprirlo.

<<Io adoro conservare le cose. Non cose importanti, come i documenti, i risparmi o la biodiversità. Sciocchezze e oggetti inutili. Nastri per capelli. Lettere d’amore. Le tengo in una cappelliera verde acqua. Non sono lettere d’amore che mi hanno scritto, perché non ne ho. Sono lettere che ho scritto io. Ce n’è una per ogni ragazzo che ho amato: cinque in tutto.>> Da Tutte le volte che ho scritto ti amo.

Le lettere che custodiva con tanto amore, si ritrovano nelle mani dei destinatari e la nostra protagonista deve subirne le conseguenze. La sua principale preoccupazione è Josh, il ragazzo di sua sorella. Lara Jane lo ama da sempre, ma non ha mai avuto il coraggio di dirglielo. Vi ricorda qualcosa? La Summer Trilogy! In quel caso avevamo una ragazza divisa tra due ragazzi, mentre questa volta si tratta di un ragazzo diviso tra due sorelle! Ma prima che storciate il naso, Jenny Han mi ha regalato una sorpresa. Sebbene il libro inizialmente sembra incentrato su questo triangolo, assume in seguito una piega del tutto inaspettata, che mi ha fatto rivalutare l’intero romanzo.

Ma non voglio svelarvi troppo! Il romanzo viene scritto con spensieratezza e uno dei suoi punti forti, oltre a quello che vi ho citato poco fa, è il legame famigliare. L’amore del padre per le sue figlie e il legame tra le sorelle Song, non potrà che intenerirvi. Anche la dolcezza spontanea tra Lara Jane e il suo primo vero amore (che continuo a non volervi svelare), è estremamente tenera. Un amore sussurrato tra bigliettini e gelosie, che non potrà che far capitolare la nostra protagonista. E, proprio sul più bello, Jenny Han ci lascia a bocca asciutta.

<<Pensavo di aver superato la cotta per lui. Quando ho scritto la lettera, quando gli ho detto addio, ho fatto sul serio, lo giuro. Non è stato neppure difficile, perché ho pensato a quanto Margot fosse presa da lui, a quanto tenesse a lui. Come potevo invidiare a Margot il suo primo amore?>> Da Tutte le volte che ho scritto ti amo.

Ebbene si, siamo di fronte a uno di quei finali odiosi, totalmente in sospeso! Non avete idea quanto mi snervino queste scelte. Ma per fortuna questa volta si tratta di una duologia, quindi posso tirare un sospiro di sollievo in attesa del secondo romanzo. Tutte le volte che ho scritto ti amo non è stata la lettura che mi aspettavo, tuttavia ha saputo sorprendermi con la sua ironia e velata tenerezza. E’ un romanzo scorrevole, con cui passare un pomeriggio. Un romanzo con cui ripercorrerete la fatidica adolescenza.

__________________________

Summer Trilogy saga – Jenny Han

L’estate nei tuoi occhi di Jenny Han

Non è Estate Senza Te di Jenny Han

Per noi sarà sempre estate di Jenny Han

I commenti sono chiusi.