Recensione: ” Sei ancora qui” di Daniel Waters (libro + film)

Recensione: ” Sei ancora qui” di Daniel Waters (libro + film)

Cari lettori, dopo tanto tempo ben ritrovati con una nuova recensione librosa. Anzi, considerato che da questo libro è stato tratto anche un film, farò un mix delle due cose. Scopriamo insieme di quale opera sto parlando.. 

Titolo: Sei ancora qui

Autore: Daniel Waters

Edito da: Sperling&Kupfer

Pagine: 315

Prezzo: 17,90€

Data d’uscita: 2 Ottobre 2018

Trama: Veronica Calder, sedici anni, non ha sempre paura dei fantasmi. A volte quasi non le importa di vederli ovunque attorno a sé. Fanno parte della sua vita ormai, non può evitarli. Eppure, ci sono giorni in cui farebbe volentieri a meno di incontrare l’inquietante signora all’angolo di Case Street, o di dividere lo specchio con lo sconosciuto ragazzo biondo apparso come se niente fosse alle sue spalle. Ma è così dall’Evento, ovvero dal cataclisma che ha messo fine alla vita di milioni di persone. Da allora gli spiriti delle vittime sono dappertutto, abitano le città in un’insolita e quotidiana convivenza con i sopravvissuti. Per alcuni, la loro presenza è a tratti persino confortante, un modo come un altro per avere i propri cari ancora accanto a sé. Veronica preferirebbe che quelle anime potessero riposare, ma in fondo, anche per lei, vedere suo padre ogni mattina, seduto al solito posto in cucina, a leggere il giornale, è meglio di non vederlo affatto. C’è qualcuno, però, che ancora non si è arreso a questa nuova realtà. Qualcuno che, distrutto dal dolore, ha deciso di mettere in atto un piano tanto ambizioso quanto terribile. Un piano che soltanto Veronica può fermare.

Puoi acquistarlo qui:

La mia recensione: 

I Redivivi, i fantasmi del passato. Sono loro i protagonisti di Sei ancora qui.  Un romanzo che narra una storia alquanto particolare, ma forse un pochino rivista. Alla fin fine i fantasmi sono un tema comune, ma Daniel Waters riesce a dargli un pizzico di originalità. Veronica vive ancora col dolore della perdita di suo padre, cercando risposte che all’inizio non vuole avere, o forse nemmeno trovare. La sua storia nel romanzo è un pochino diversa rispetto a quella cinematografica, a partire dalla sua storia d’amore con Kirk. I due vivono una passione più vissuta tra le pagine cartacee, tema che invece nella pellicola nasce a dir poco spontanea e abbastanza frettolosamente.

Libro & film creano sempre un abisso tra di loro. Per entrambi i casi, devo dire che ho avuto maggiore enfasi per l’adattamento sul grande schermo. La storia ci viene infatti presentata con nuove idee, un vero senso compiuto e qualcosa di realmente interessante. Cosa che non accade invece nel libro, che nonostante una narrazione in terza persona non riesce ad approfondire gli argomenti come vorrei. Sei ancora qui tuttavia è una storia gradevole, la classica trama con cui passare piacevolmente un pomeriggio. Il film è veramente carino, perfetto in queste giornate freddissime. Per quanto riguarda il libro invece, devo un pochino rimanere restia! Mi è piaciuto non fraintendetemi, ma mi aspettavo qualcosina di più! 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.