Recensione: “Complice la notte” di Katie McGarry

E dopo “Oltre i limiti” ho deciso di parlarvi anche della mini novella di Katie McGarry! “Complice la notte” ci narra una brevissima storia, ma questa volta i protagonisti non sono Echo & Noah.

complice-la-notte-200x300Titolo: Complice la notte

Autore: Katie McGarry

Edito da: De Agostini

Pagine: –

Prezzo: 1,99 €  

Data d’uscita: 9 Settembre 2014 (Solo e-book)

Trama: Katie McGarry ha incantato migliaia di lettori con il suo emozionante romanzo d’esordio Oltre i limiti… In questa novella, racconta la storia di Lila – la migliore amica di Echo – e Lincoln.Basta un breve scambio di parole tra Lila e Lincoln per capire di essere due anime confuse in cerca di un amico con cui parlare. Per due anni, a causa della distanza che li separa, si sono scritti lunghe lettere, confidandosi sogni e segreti. E quella che era nata come una semplice amicizia si è trasformata in un tenero sentimento…Ma quando Lila scopre che Lincoln le ha mentito, decide di interrompere ogni rapporto. Per riparare al suo errore, però, lui è disposto a tutto! Perché non c’è nulla di più prezioso della ragazza che gli ha ricordato come si fa a sognare.

 La mia recensione:

Non amo particolarmente gli e-book. Sono sempre stata un amante del cartaceo e quando escono queste novelle tentatrici non so resistere. tumblr_ncppd1AZtf1tv3guoo1_500Soprattutto se si tratta di Katie McGarry! Adoro la sua scrittura, riesce a trasportarmi con sé anche con poche e fondamentali pagine. Con “Complice la notte” mi è mancato però qualcosa. Forse questa storia meritava più spessore. Lila, la migliore amica di Echo, ha conosciuto Lincoln al funerale di Aires. Questo incontro resta per noi un mistero, anche se la McGarry lo usa come mantra durante la narrazione della sua novella. La dolcezza di questa coppia è unica, forse perché è nata tramite carta, una cosa che amo particolarmente. Sono sempre stata dell’idea che scrivere le proprie emozioni sia più facile che esprimerle, e forse è proprio così che questi due protagonisti si innamorano.

<< “Non potresti mai essere patetica” le dissi. Non la ragazza di cui mi ero innamorato tramite delle lettere. Quella che aveva difeso la sua migliore amica, anche se prendere quella posizione le era costato le altre amicizie. Quella che mi diceva esattamente ciò che pensava di me, anche quando la verità faceva male. La ragazza che sognava di diventare qualcosa di più..>> Lincoln Da “Complice la notte”.

Ho adorato i riferimenti, seppur velati, a Echo & Noah, mi hanno fatto sorridere come non mai. Sono abbastanza attaccata al primo romanzo della saga e, seppur sono curiosa di leggere questi nuovi punti di vista, non vedo l’ora di continuare a sognare con quei due “problematici”. Lila & Lincoln sono piacevoli da leggere, ti fanno sorridere, ma le poche pagine a disposizione non mi danno il tempo di innamorarmene appieno.Proposing

<< Tutta l’aria che avevo nei polmoni si convertì in un sibilo rapido. Non era Stephen. No. Per niente. Quel ragazzo aveva i capelli scuri come la notte. Era alto, muscoloso come nessuno di quelli con cui ero uscita – per la serie Oh, mio Dio! – e aveva dolcissimi occhi blu che già mi facevano venir voglia di abbracciarlo.>> Lila Da “Complice la notte”.

Lila è sicuramente è uno di quei personaggi che si ama per il suo humor, i suoi pensieri brevi e concisi mi hanno strappato sempre un sorriso nell’arco della storia. Lincoln è invece il classico orsacchiotto dolce, quello che se ti trovi davanti ti sciogli come un cubetto di ghiaccio. La McGarry anche questa volta fa breccia nel mio cuore, ma speravo in qualcosa di più approfondito.

 

I commenti sono chiusi.