Recensione: “Quello che c’è tra noi” di Huntley Fitzpatrick

Buongiorno miei cari lettori, oggi sono qui per parlarvi di un romanzo maledetto! Una lettura che bramavo con tutto il cuore, ma non sembrava arrivare mai nelle mie manine per mille problemi! Poi però la splendida De Agostini (grazie di cuoreee) mi ha inviato la copia cartacea di questo bellissimo romanzo, ed eccomi qui a parlarne con voi!

QUELLO CHE Ce TRA NOI

Titolo: Quello che c’è tra noi

Autore: Huntley Fitzpatrick

Edito da: De Agostini

Pagine: 432

Prezzo: 14,90 €

Data d’uscita: 17 Giugno 2014

Trama: I Garrett sono l’esatto contrario dei Reed. Chiassosi, incasinati, espansivi. E non c’è giorno che, a insaputa di sua madre, Samantha Reed non passi a spiarli dal tetto di casa sua, desiderando essere come loro… finché, in una calda sera d’estate, Jason Garrett scavalca la recinzione che separa le due proprietà e si arrampica sul pergolato per raggiungerla. Da quel momento tutto cambia e, prima ancora di rendersene conto, Sam inizia a trascorrere ogni momento libero con il paziente e dolce Jase, a cui piace fare tutto quello “che richiede tempo e attenzione”, come dedicarsi agli animali, riparare oggetti rotti e soprattutto… provare a far breccia nel cuore della sua diffidente vicina. Perché non c’è nulla di più appagante che riuscire a strappare un sorriso alla ragazza della porta accanto.

La mia recensione:

Certi libri ti rimangono nel cuore, ti stupiscono in un modo inimmaginabile. “Quello che c’è tra noi” è un Young Adult come pochi, così dolce e puro che non puoi non innamorartene!

<<Jase Garrett ha gli occhi verdi, un paio di labbra che sembrano sempre sul punto di sorridere, e uno sguardo magnetico, che ti incolla addosso per non lasciarti mai più. Oh, cavoli!>> Da “Quello che c’è tra noi”.

joey1Samantha Reed vive una vita apparentemente immacolata: studia, lavora e ascolta sempre la madre. Ma ha un segreto: da dieci anni spia dal suo tetto la casa dei vicini, quella dei Garrett, una famiglia numerosa, caotica e disordinata, che Sam apprezza follemente. La nostra protagonista vive però una vita totalmente diversa, che vuole assolutamente cambiare. Certo, non è facile quando si ha una madre senatrice, che le impone di mantenere la perfezione a tutti i costi! Quando però arriva Jase, è una ventata d’aria fresca, un sogno che si avvera, ed è proprio lui a realizzarlo, arrampicandosi su quel tetto in cui lei si rifugia tutte le sere. Non vi ricordano un po’ Dawson & Joey? (Riferimenti al mio telefilm preferito in un libro? Vado in adorazione totale!)

Sam si fa così travolgere inaspettatamente da un mare di emozioni, iniziando a vivere quella vita che sognava da tanto. Non ci sono parole per descrivere la tenerezza di questo libro, la Fitzpatrick giostra bene tutte le emozioni, dalla comicità alla drammaticità. Perché questa non è solo una storia d’amore, è una storia di vita. Apprendiamo molto sulla famiglia, sull’amore, e sulla fiducia. La scrittura è reale, si dilunga ma non è mai noiosa, ci descrive fino all’ultima riga sensazioni vere e probabili. Sfogliando ogni pagina ero sempre più incantata: volevo scoprire qualcosa di più sulla vita di Sam e quella dei Garrett, volevo innamorarmi insieme ai nostri protagonisti, volevo commuovermi fino all’ultima pagina, e così è stato. I personaggi sono unici e di tutte le età: dai bambini esilaranti, ai giovani adolescenti alle prese con le prime volte, fino ad arrivare agli adulti problematici. E’ un quadro completo, unico e raro.

tumblr_mg9ypal4Hd1rpxtxro1_500<< Non è chiaro chi abbraccia chi. Ma non importa. Jase è tra le mie braccia e lo stringo forte. Ho pianto così tanto che ho esaurito le lacrime. Sento tremare le spalle di Jase e poi lentamente le sento fermarsi. Restiamo in silenzio, molto a lungo. E va bene così, perché anche le parole più importanti – Ti amo. Scusa. Mi perdoni? Sono qui. – non sono che sostituti di quello che si può dire senza aprire bocca.>> Da “Quello che c’è tra noi”.

E’ difficile che un libro mi ispiri, mi lasci senza fiato come è successo con “Quello che c’è tra noi”, non dimenticherò mai quelle pagine così innocenti e adulte, non dimenticherò mai quella spensieratezza che ho provato a leggerlo. Se non vi è ancora chiaro, vi sto consigliando fino al midollo questa lettura, fatela vostra! 

Precedente Recensione: "Mi sono scordata di fidanzarmi con te" di Laura Tait & Jimmy Rice Successivo Anteprima: "Resta per sempre con me" di Monica Murphy