Recensione Allegiant: Le grosse differenze tra Libro & Film.

Recensione Allegiant: Le grosse differenze tra Libro & Film.

Ieri sera ho commesso l’errore più grande della mia vita. Sono andata a vedere Allegiant, il film TRATTO (AUAHAHHAHAHAHHAHAHHHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHHAH) dal libro di Veronica Roth. Le mie aspettative non erano delle migliori, in quanto già dal trailer avevo individuato delle grosse lacune. Il libro viene diviso in due film, strategia ormai adottata da anni nel mondo del cinema, quindi fin qui nulla di strano. Certo, se poi apprendiamo che il primo film si chiama Allegiant, mentre il secondo si chiamerà Ascendant, un campanello dovrebbe suonare un allarme potentissimo nella nostra testa. Come potrete intuire, la prima parte del film non mi ha entusiasmato affatto, scaturendo una rabbia così potente che non saprei da dove iniziare. In questo articolo vi parlerò del libro, del film e delle assurde differenze e licenze poetiche (si fa per dire) che sono state adottate. Sebbene abbia già fatto un articolo del genere su Insurgent (lo trovate QUI), trovo questa avventura un pochino più difficile. Motivo? Più che delle differenze, nel film assistiamo ad una storia completamente riscritta. Quindi, cercherò di fare del mio meglio, per farvi capire il mio disappunto. Voglio anche specificare che questo articolo conterrà SPOILER sul libro (che tranquilli, dopo questo film dubito lo ‘seguiranno’). Specifico già da ora che il film non ha niente che non va. Preso a sé è un bel film. Scorre velocemente, è ideato bene e tutto il resto. Per un lettore, è solamente una pellicola da bruciare in un falò. Ad ogni modo, cominciamo!

Film/Libro

Il film inizia dove c’eravamo lasciati con Insurgent. La donna misteriosa del video annuncia al popolo di Chicago che oltre la recinzione c’è di più. Alla fine del secondo libro, apprendiamo l’identità della donna misteriosa, ma ahimè nel film rimane un mistero. In Allegiant continua a rimanere senza nome. Beh, ve lo dico io. La donna è Edith Prior, un’antenata di Tris. Questa antenata è il motivo principale per cui Tris insiste a varcare la recinzione. La donna misteriosa è anche il filo conduttore che legherà Caleb & Tris. Nel film, con questa mancanza, Caleb viene ovviamente lasciato in disparte. Nel libro infatti, Tris riceverà da David un diario di sua madre, che condividerà con suo fratello. Nel film invece, scoprirà della madre per mezzo di aggeggi futuristici non prevenuti.

Nel libro. Eyelin comanda le fazioni. Detta delle leggi e induce un coprifuoco. Con gli esclusi, decide di giustiziare i collaboratori di Jeanine. Tra questi c’è anche Caleb, che viene fatto evadere da Quattro. Nel film. Assistiamo più o meno alla stessa storia, con qualche azione in più. Questa è sicuramente una delle parti più vicine al libro, forse l’unica.

Nel libro. Uriah è un personaggio importantissimo. Si unisce a Tris e company per varcare la recinzione. Il suo ruolo è fondamentale, perché morirà per mezzo di una terribile esplosione. Quattro si incolperà della sua morte, dopo aver promesso a Zake (il fratello di Uriah) di proteggerlo. Nel film. Non c’è Uriah. Viene inquadrato una volta, ancora a Chicago. Non si trova al dipartimento con gli altri. ASSURDO. Il suo ruolo è veramente uno dei primari del libro.

EHY URIAH, MA CHE CAZZO CI FAI LI’?

Nel film. Mancano altri personaggi importantissimi. Amar, l’istruttore di Quattro. George, il fratello di Tori. La gente della periferia. Tutto viene modificato, tolto. Vengono aggiunti però personaggi inutili, di cui non sappiamo assolutamente nulla. Totalmente inventati dal regista. Un esempio? Il capo degli esclusi, già inserito in Insurgent. Se gli esclusi hanno un capo, quello è Evelyn.

Nel libro. “Il mondo esterno è pieno di strade, edifici scuri e tralicci della luce crollati. Ovunque guardo, non c’è traccia di vita. Nessun movimento. Nessun suono, se non il fischio del vento o l’eco dei miei passi. Il paesaggio assomiglia a una frase lasciata a metà: una parte ancora sospesa in aria, incompiuta; e l’altra virata già su un nuovo discorso, completamente diverso. La nostra parte di frase è fatta di terra deserta, erba e lunghi tratti di strada. sull’altro lato, due solide mura deliminano una dozzina di binari ferroviari.”

Nel film ecco come appare:

MA CHE CAZZ??!

Con l’aggiunta di tossine inesistenti, bolle, pioggia a sotto forma di sangue. Insomma, ma dove caspita sono? Sulla luna? Di cosa stiamo parlando? Questo viene introdotto per poter spiegare la gente danneggiata, ma non riempie un enorme lacuna. Infatti, nel libro, studiano seriamente i sieri di Jeanine. Tris è immune ai sieri, ma perché? Non è proprio vero che è al 100% Divergente, ricordiamo che questo è un errore. Tris viene sottoposta ad un test, così come Quattro. Quattro scopre di non essere mai stato un Divergente. Si fa mille paranoie di non essere ‘puro’ come Tris. Nel film questo viene messo sotto forma diversa. Dividono Tris e Quattro. Tris può andare nell’ufficio di David, mentre lui no. Tris si ritrova sempre impegnata. Non è per nulla così nel libro, anzi! Si scambiano una miriade di effusioni, fanno l’amore. In questo film di baciano due volte e fine. La scena del sesso sarà pur stata anticipata in Insurgent, ma addirittura eliminare quasi tutte le scene d’amore in Allegiant..

Nel film. Viene aggiunta la città di Providence, non c’è dato sapere l’arcano motivo. Che diamine c’entra Providence? insomma, nel libro citano solamente che un tempo c’era una cittadina, Indianapolis. In cui un tempo regnavano le fazioni e via dicendo. Non ha nemmeno uno scopo specifico, perché la cita David per far capire il disagio in cui vivono attualmente. Nel film invece, danno molto peso a questa cosa. Addirittura si recano a Providence, insieme. Con l’aeroplano. Vorrei sottolineare che Tris nel libro sale sull’aereo solamente per fare un tour dall’alto, ma dettagli. Addirittura nel film lo pilota e diventa una paladina di guerra… se lo dite voi.

Nel film. Quattro e Nita hanno un rapporto superficiale. Lei lo porta alla periferia, dove dei bambini (????!) stanno abusando di un siero. Non ho ben capito questa parte nel film, capirete perché leggendo la prospettiva del libro. Io sono ancora sconcertata da quest’aggiunta priva di fondamenta. Nel libro Quattro si avvicina a Nita. Entrambi sono dei danneggiati. Quattro vuole capire qualcosa di più, si tormenta sull’essere diverso. Nita gli da un appuntamento notturno alla periferia, dove Quattro conosce Rafi. Qui scopre che Nita ha in mente di rubare il siero della memoria e distruggerlo.

Successivamente, Quattro scoprirà che non era vero. Tris scopre di Nita e Quattro e si ingelosisce, infatti successivamente si recherà con loro alla Periferia. Nita non vuole però distruggere il siero. Tutto si svolge al Dipartimento. Avviene un’attacco agli armamenti, dove Uriah viene in primis ferito. Successivamente, Quattro viene arrestato. Nel film non vediamo nulla di tutto ciò. Quattro viene mandato su un aereo e successivamente si ritroverà a Chicago. Qui dal nulla verrà rilasciato il siero della memoria in tutta la città. Andate voi a capire il motivo. Si, c’era il pericolo del siero, ma non si svolge assolutamente in questo modo. Tutto viene collegato al siero della morte, che il questo film non viene nemmeno citato.

Nel film. Evelyn ha in pungo Marcus, aspettando di decidere della sua sorte. In possesso di un siero, decide di fargli dimenticare chi è. WTF. Nel libro. Evelyn ha Marcus, ma come punizione lo manda semplicemente fuori dalla recinzione. Quattro, grazie alla sorveglianza del dipartimento, scopre che suo padre è nelle mani di Evelyn. Successivamente, in possesso del siero della memoria, pensa a chi darlo. Rivorrebbe sua madre o suo padre. Vorrebbe cancellare il male che uno dei due gli ha fatto.

QUI POSSIAMO VEDERE EVELYN COL SIERO. MA CHE CAZZ?

Nel film. Peter ha paura del siero della memoria. Nel libro. Peter brama il siero della memoria. Lo usa per dimenticare chi è e tutto il male che ha fatto. Peter è un personaggio azzeccatissimo nel film. E’ divertente, epico.. unico. Questo cambiamento tuttavia, mi ha pesato parecchio. Addirittura vediamo Peter voler tornare al Dipartimento (dopo che sono scappati da lì). Ovviamente questa scena è inesistente, c’era il bisogno di dirlo? Sì. Altra droga per il regista? Ne abbiamo?

Nel film. Lasciano la città in auto e vengono scoperti dagli Esclusi. Successivamente Tori muore. Varcata la recinzione, vengono catapultati nel futuro. Nel libro. Lasciano la città senza problemi, col treno. Successivamente vengono attaccati e Tori muore. Fuori dalla recinzione, sui binari del treno, incontrano tre gatti sulla ferrovia, che li condurranno al Dipartimento. (La gif a destra parla da sé).

Nel film. Il dipartimento è un luogo totalmente futuristico. Abbiamo droni, armi, cose inesistenti, tecnologia allucinante. Nel libro. Il libro nasce come futuristico dal primo volume. Non c’è nessuna differenza al dipartimento. E’ un luogo leggermente più avanzato con la tecnologia. Leggermente. Nel film viene pompata moltissimo la parte futuristica. Bella quanto volete, ma non c’entra nulla.

Perplessità.

Il film di Allegiant ha esplorato tutto il libro. Non ci sono continui a mio avviso, ha raccontato a modo suo la sua storia. La differenza sostanziale, rimane ovviamente nella conclusione che vediamo nel primo capitolo. Nel libro Tris si sacrifica per la città. Viene a conoscenza che per fermare la diffusione del siero della memoria, deve affrontare il siero della morte. Qui perde la vita, uccisa da David. Nel film vediamo il siero della memoria che viene diffuso (WTF), quindi questo ci collega a fine libro (PRESUMO). I protagonisti si ritrovano tutti a Chicago, cosa inesistente.

Quattro torna alla sua vita due anni dopo la morte di Tris e la ricorda. Ma se in questa prima parte, affrontiamo già la battaglia del siero? Anche se assolutamente modificata? Cosa diamine dobbiamo affrontare in Ascendant? Sicuramente sarà qualcosa di mai visto, tutto nuovo. Probabilmente Tris non perderà nemmeno la vita, dato gli avvenimenti di Allegiant. Basti vedere la mancata morte di Uriah, che in questo film è inesistente. Grossa parte del libro invece gira attorno alla sua morte, insieme a quella di Tris. In più, tutto il libro si svolge al Dipartimento. L’unico a lasciarlo è Quattro, insieme a Peter, per affrontare sua madre. Non capisco perché nel film abbiano creato quasi una sorta di felici e contenti. Addirittura assistiamo quasi alla distruzione di David e il dipartimento. Se avete letto il libro, saprete che le vicende sono nettamente diverse.

Conclusioni.

Considerare Allegiant un film tratto da un libro è un’eresia. E’ vero, i film non possono essere sempre fedeli ai libri. Talvolta sono necessari dei cambiamenti, abbellimenti. Questi possono essere grossi o minimi, ma devono mantenere la trama per quella che è. In questo film assistiamo ad uno stravolgimento della storia. Proprio completo. Poco prima della metà, prende una piega totalmente inventata dal regista. Questo farà ovviamente infuriare i lettori, che si sono innamorati di questa stupenda saga. E’ vero, il finale è molto triste, ma perché cambiarlo? Non vi piace piangere? Sperare in un felici e contenti è da immaturi. A questo punto non leggete la storia originale, dimenticatela, non siate dei fan. Io la vedo così, poi ovviamente va a pareri personali.

Allegiant è indubbiamente un bel film. Da non lettrice mi sarebbe piaciuto. Forse avrei anche apprezzato la nuova storia. Un buon film nel complesso, anche se con caratterizzazione dei personaggi pari a zero. Sono nata fangirl ahimè, quindi devo bocciare totalmente questo film. Mi spiace farlo, ma è una vergogna nei confronti dei lettori. Veronica Roth appoggia tutto questo? Il potere dei soldi è immenso.

Voto: 5/10

 

 

3 thoughts on “Recensione Allegiant: Le grosse differenze tra Libro & Film.

  1. francesca il said:

    Sinceramente io sono una lettrice (anche molto appassionata) e ho trovato il terzo libero della roth così brutto da distruggere completamente la bellezza dei primi due. L’ho trovato noiosissimo, sconclusionato, totalmente avulso dai primi due, senza un minimo di continuità, senza parlare del fatto che la protagonista muore a metà libro praticamente e la storia si trascina inutilmente per altre pagine sterili e incapaci di suscitare alcun minimo interesse. Il film non volevo nemmeno vederlo e ho sperato con tutte le mie forze che cambiassero tutto. E mi hanno abbastanza accontentata per fortuna, e infatti il film mi è piaciuto.
    L’unico caso nella mia vita in cui ho preferito un film al libro e l’ho trovato anche più in linea con lo spirito della storia. L’introspezione dei personaggi va bene per carità, ma è pur sempre una storia di azione e di avventura, non un saggio di psicologia! Promosso a pieni voti il film per quanto mi riguarda! E complimenti al regista che non ha voluto appiattirsi alla storia originale ma osare e migliorarla!

    • Martina il said:

      Sono d’accordo con te, sinceramente. Anche io sono una lettrice, appassionata, ma non trovo il senso del terzo libro. Insomma, fare tre libri, e alla fine far morire la protagonista, non ha alcun senso, per me, Poi, ogni persona ha le sue opinioni, ma spero davvero che con la seconda parte che uscirà a breve, il finale sia diverso da quello del libro, perché sinceramente, non penso che con la morte di Tris, il film avrà cosi tanto successo.

  2. Dennis il said:

    Sono d’accordissimo con te su tutto. Sono un fanboy, e ci sono rimasto molto male dal film. Non avevano soldi per pagare Uriah scusa? È un personaggio importantissimo per la storia del libro, fin dal primo. E poi hanno completamente omesso la parte dell’attacco di Nita….
    E poi cosa sono tutti quei mezzi futuristici?! Le mezze astronavi (che nel libro erano semplici aerei), la decontaminazioni (inesistente), bolle volanti (WTF), barriere invisibili a protezione del Dipartimento (quando erano semplici mura e recinzioni elettrificate nel libro), i droni volanti…..ma siamo passati a Star Wars?! Bah….se mi avessero dato i soldi lo avrei fatto molto meglio io il film TRATTO dal libro Allegiant…