Recensione in anteprima: “Per noi sarà sempre estate” di Jenny Han

Pochi giorni ci separano dal capitolo conclusivo della Summer Trilogy, Young Adult che ci ha fatto evadere dalla realtà, consentendoci di sognare e assaporare la brezza dell’estate. E’ quasi comico recensire un libro dove batte sempre il sole in una domenica piena di pioggia, in ogni caso Jenny Han è riuscita a farmi fantasticare un po’. Vorrei innanzitutto ringraziare enormemente la PIEMME per avermi inviato la copia cartacea di questo romanzo, grazie a lei non avrei mai potuto parlarvene in anteprima. Se ancora non conoscete questa trilogia, potete trovare la mia recensione di “L’estate nei tuoi occhi” QUI, mentre quella di “Non è Estate Senza Te” QUI.

Per-noi-sarà-sempre-estate-188x300

Titolo: Per noi sarà sempre estate

Autore: Jenny Han

Edito da: Piemme

Pagine: 350

Prezzo: 12,90 €

Data d’uscita: 1 Luglio 2014

Link utili: Il blog di Belly

Trama: Sono passati due anni da quando Conrad ha detto a Belly di mettersi con suo fratello. Da allora, lei e Jeremiah sono stati inseparabili. Ma la loro relazione non è felice come dovrebbe. Infatti, quando Jeremiah commette il peggiore errore che un ragazzo può commettere, Belly è costretta a chiedersi se quello sia davvero il grande amore. Davvero Jeremiah è il ragazzo giusto? Davvero lei ha smesso di amare Conrad?

La mia recensione (priva di spoiler):

Ogni ragazza sogna il suo grande giorno: indossare l’abito bianco, percorrere la navata, sperando poi di trovare al tuo fianco l’amore della tua vita. E’ un evento felice, e Belly non avrebbe mai pensato di compierlo così giovane. In quest’ultimo capitolo della Summer Trilogy gli eventi vengono narrati due anni più avanti, dove finalmente possiamo leggere i nostri protagonisti alle prese con l’indipendenza. E’ l’era del college e della stabilità: Belly ha finalmente superato suoi ostacoli, decidendo con quale ragazzo continuare la sua vita. L’amore però non si può sopprimere, e quello vissuto con Conrad non è certamente facile da dimenticare.

tumblr_n7w261uc5e1qz9z1no1_500

In “Non è Estate Senza Te” abbiamo conosciuto meglio Jeremiah, un ragazzo apparentemente perfetto per la nostra protagonista. Lui sa come farla felice: è il suo migliore amico da sempre e la ama dal primo giorno. Un grave errore potrebbe però spazzare via la sua felicità, facendolo vacillare, anche se il suo cuore è pieno d’amore. Il perdono è qualcosa che va guadagnato, e Belly decide di metterlo in atto per quel ragazzo che le ha trasmesso così tante certezze. Jeremiah l’ha resa felice per due anni, regalandole quello di cui aveva bisogno, ma l’amore per Conrad è pronto a emergere al primo incontro. Se anche voi come me, avete avuto fin dai primi due romanzi un gigante punto di domanda su Conrad, potrete finalmente scioglierlo in “Per noi sarà sempre estate”, grazie al nuovo e differente punto di vista che la Han ci concede.

tumblr_mgp42cO70T1rauqamo1_500Molti di voi saranno sicuramente scocciati per la maggior parte del libro, avranno i sogni infranti, si metteranno le mani nei capelli e così via, ma io ho apprezzato questa scelta dell’autrice. Non capirete di cosa sto parlando fin quando non leggerete anche voi le prime pagine di questo romanzo, che a me in ogni caso è piaciuto dall’inizio alla fine. Forse avrei preferito un maggior approfondimento, più dettagli succosi in questa così breve trilogia (breve perché si legge davvero in un secondo), tuttavia è una storia che mi ha fatto evadere e rivivere i momenti più piacevoli dell’estate. 

tumblr_mrzlkr0XTQ1rd6729o1_500

Il finale è prevedibile, privo di dettagli anche se intuibili. Questo ci fa certamente viaggiare con la mente e ci fa scegliere personalmente il corso degli eventi futuri. La Sumemr Trilogy si è confermata una lettura piacevole, nonostante l’inizio un po’ titubante, che alla fine non ha influito nel complesso dei tre romanzi. Consiglio anche a voi di leggerla, magari non con la pioggia come ho fatto io, però si sa: la lettura è certamente un bel modo per immaginarsi in un altro posto, no?

Valutazione:

★★★★

Oltre le mie aspettative.

I commenti sono chiusi.