Recensione: “L’estate nei tuoi occhi” di Jenny Han

han_summer trilogy 1_coverTitolo: L’estate nei tuoi occhi

Autore: Jenny Han

Edito da: Piemme
Pagine: 308
Prezzo: 12,90 €
Data d’uscita: 6 Maggio 2014

Link utili: Il blog di Belly

Trama: È un’estate che non dimenticherò mai. L’estate in cui tutto è cominciato. L’estate in cui mi sono innamorata. Il racconto dell’estate di una ragazza. Dell’estate che ogni ragazza vorrebbe vivere. Due fratelli. Un vero amore. Belly misura il tempo in estati. Tutto ciò che di bello e magico è accaduto nella sua vita, è accaduto fra giugno e agosto. L’inverno è solo il periodo che la divide dalla prossima estate, dalla casa sulla spiaggia, da Susannah e i suoi due figli, da Conrad e Jeremiah. Loro sono gli amici con cui è cresciuta: Jeremiah è il ragazzo su cui contare, Conrad quello che ti fa battere il cuore. E quest’estate si rivela ancora più speciale, perché sta accadendo ciò che Belly sta aspettando da tempo e che sembrava non sarebbe mai accaduto…

La mia recensione:

Estate, la stagione dei libri spensierati. Cosa c’è di meglio di un bel libro sotto l’ombrellone?

“L’estate nei tuoi occhi” è una lettura che aspettavo con molta trepidazione e, dopo una breve attesa, finalmente è arrivato nelle mie manine. Ho letto il libro poco dopo la sua uscita e devo dire che l’ho finito sì e no in tre ore! Jenny Han ha certamente una scrittura scorrevole e questo non potrebbe che essere un vantaggio. Innanzitutto vorrei sottolineare che questo è un genere che non prendevo in mano da qualche anno, infatti negli ultimi tempi mi sono maggiormente concentrata sui New Adult! La “Summer Trilogy” è invece una lettura che racchiude al 100% il genere Young Adult, adatto ai più giovani. Parliamo però ora del tema principale di questa recensione. Belly è la nostra protagonista, che ci racconterà in prima persona quello che prova: i suoi primi amori, le sue insicurezze, le sue prime volte (dal primo bagno, al primo falò, alla prima colazione, etc…) riportandoci un po’ alla nostra adolescenza.

Jeremiah e Conrad sono legati a Belly da molti anni e trascorrono tutte le estati nella casa al mare a Cousins Beach. L’amicizia che lega i tre protagonisti è forse la cosa più genuina e bella in tutto il romanzo. Inizialmente, leggendo la trama, ho subito pensato a un classico triangolo amoroso che avrebbe diviso l’amicizia indelebile che lega i nostri protagonisti, ma così è stato assolutamente così! A primo impatto sono rimasta sinceramente delusa da questa amara scoperta ma, allo stesso tempo, ero curiosa di scoprire il vero fulcro di questo romanzo. Una parola: Amore. Lei ama in modo così diverso Jeremiah e Conrad: il primo è il classico ragazzo su cui può sempre contare, l’altro è quello che vorrebbe conquistare e che le ha rapito totalmente il cuore. Quando si ha sedici anni, l’insicurezza ha però la meglio: Belly è testarda e non riesce a prendersi quello che desidera realmente. Devo dire che in tutta la lettura parlavo di fronte alle pagine dicendo sciocchezze come “Muoviti, che aspetti?” “Fai qualcosa!” però niente da fare, la nostra protagonista non riesce proprio a compiere il primo passo! Tuttavia si può scorgere la crescita della protagonista grazie alla narrazione del romanzo, che è divisa tra passato e presente.

Certo, Belly ha ancora tante cose da imparare e emozioni da vivere, e chissà se riuscirà a assaporarle con più sicurezza nei capitoli successivi della “Sumemr Trilogy”! Come primo capitolo della saga mi aspettavo qualcosina in più, in quanto si è fatto solamente un po’ un quadro generico della situazione. Avrei voluto meno incertezza e più descrizione dei nostri protagonisti. Quello che non si capisce è infatti il motivo per cui lei sia così attratta dai nostri due fusti: classica cotta? Non si sa. Quello che li lega è certamente speciale, perché allora non approfondire sui sentimenti che prova davvero? Sulle sensazioni che vorrebbe provare? Vivere col sole sulla pelle è una delle cose più belle che ci sia, eppure Belly non la vive appieno. Queste cose mancano a primo impatto, ma non rendono il libro meno piacevole da leggere. Anche il finale del libro mi fa ben sperare a un seguito con un ingranaggio diverso, più convinto. Non mi resta a questo punto che leggere “Non è Estate Senza Di Te”, grazie anche alla PIEMME Freeway che ci ha regalato questa saga fresca ed estiva in un così breve tempo!

Valutazione:

★★★

Piacevole & adatto all’estate

I commenti sono chiusi.