Game of Thrones: Recensione 8×03: The Long Night

Game of Thrones: Recensione 8×03: The Long Night

La puntata per cui non eravamo pronti, quella che aspettavamo ma non volevamo assolutamente vedere. La battaglia finale è finalmente iniziata. Uniti per un bene comune, a proteggere i propri cari e sconfiggere i famigerati estranei. Come sarà finita? Ebbene, devo dirvi la verità. La puntata nel complesso me l’aspettavo un pochino diversa. Non mi ha coinvolto appieno come le prime due puntate, se non per i minuti finali. Ho trovato infatti la battaglia un pochino apatica. Trita e ritrita senza grandi emozioni. Infatti il tutto si svolge prettamente con la solita ansia del: chi sarà a morire? Ma ovviamente il mio preferito, avevate dubbi?

Diciamo che le morti veramente importanti sono due, o forse tre. Vediamo combattere tutti quanti fino all’ultimo, in primis Jaime e Brienne. Fino alla fine si salvano, parandosi il culo a vicenda.. so romantic! Sam nel frattempo fa valere se stesso, dopo aver sottolineato quante battaglie ha già vinto in passato. Lyanna che muore da vera eroina, insieme a tanti altri di passaggio di cui invece non ce ne può fregare una beata mazza. Ma non lo so in realtà, forse io volevo di più. Il vero pathos inizia sicuramente nel momento in cui la vita di Bran è in pericolo. King Night dei nostri coglioni è indistruttibile anche al fuoco di drago, sembra a dir poco immortale. Dany perde naturalmente un altro dei suoi draghi – tanto per cambiare – e Jorah combatte al suo fianco fino alla fine. 

Ed è proprio lui a lasciarci. Il mio fantastico Jorah. Che fino alla fine ha lottato per la mia Khaleesi, senza ottenere mai un minimo limone. Vi pare fottutamente giusto? A me non sembra. Anche perchè Jorah era uno dei miei preferiti al mondo! E poi diciamocelo, è sopravvissuto praticamente a qualsiasi cosa. E non poteva che lasciarci al fianco di Dany, con i miei dotti lacrimali che urlavano vendetta. Ha ricevuto anche un abbraccio simbolico da Drogon, come si fa a non emozionarsi?

Anche lo stesso Theon, che nonostante il suo passato, si è un pochino fatto perdonare con la sua morte. Alla fine ha combattuto per gli Stark fino alla fine. Probabilmente l’unica cosa che mi ha fatto un pochino storcere il naso, oltre alla battaglia che poteva essere ancor più epica, è stata la morte del King night. Epicissima la scelta di farlo morire per mano di Arya, ma diciamocelo.. fin troppo in fretta forse? Alla fin fine ce lo portiamo da ormai stagioni e stagioni questo figliolo cagacazzo, quindi mi aspettavo qualcosa di ancor più tragico prima della sua stessa morte. Lo so, sono la solita sadica, le morti non mi bastano mai. Alla fin fine la 8×03 si è ripresa con quel finale epico, le morti sadiche e la musichetta struggente. L’esercito degli estranei non c’è più. Ora cosa accadrà? Per ora gli Stark sono ancora in piedi, direi che c’è da preoccuparsi conoscendo le stagioni passate! Solo tre episodi ci dividono dal gran finale, non siamo psicologicamente pronti.

Voto 8