Game of Thrones: Recensione breve 6×08: No One

Game of Thrones: Recensione 6×08: No One

Anche questa settimana, Game of Thrones ci offre una puntata transitoria e con pochi elementi da discutere. A quanto pare, questi dannati produttori non hanno capito che io ho bisogno di elementi per le mie recensioni. Tuttavia, come al solito, devo farmi bastare quello che ci offrono e cercare di fare un recap di questi cinquanta minuti. Protagonista indiscussa di questa 6×08, è certamente Arya. Arya ha finalmente finito il suo percorso ed ha ammesso chi è veramente. Grazie al cielo ci siamo levati dalle palle questa storyline, che a mio parere era a dir poco pessima.

Insieme alla storyline, ci siamo levati dalle palle anche la biondina odiosa.. grazie al cielo! Posso finalmente tirare un sospiro di sollievo e dedicarmi a ben altro, come gli altri protagonisti di questo episodio. Finalmente, Jaime e Brienne  si rincontrano, ma la mia ship continua a non darmi nessuna gioia. Ebbene sì, gli shippo, è più forte di me. Avevo ormai perso il conto delle puntate in cui sono stati distanti e, vederli di nuovo spalla a spalla, è stata un’immensa gioia. Dopodiché, veniamo catapultati in un mix di personaggi random, tra cui Cersei, Tyrion e il Mastino.

Cersei sceglie di sfidare l’Alto Passero, conseguendo così in una violenza verso la Montagna. Ma d’altronde, che caspiterina vorresti fare alla Montagna? Suvvia. Il Re è quindi costretto a bandire per sempre i processi a duello, mettendo così fine per ora al sadismo smisurato. Cersei win bitches, fatevi da parte. Tyrion invece, come al suo solito non si risparmia in battutine sul vino e si ritrova a faccia a faccia con Daenerys, che nonostante appaia per due secondi, riesce ad avere una scena sempre da orgasmi. Grazie Dany, per fortuna ci sei tu a rallegrarmi le mie giornate. Molto centrico infine il Mastino, che non si risparmia mai in stragi di sangue.  Dopodiché? Fine. Insomma, questo è l’episodio di oggi.

Vi giuro, non ho niente da dirvi, perché ad essere sincera mi ha quasi annoiato. Se non fosse stato per Arya, che mi ha regalato una gioia nel finale, mi sarei addormentata lì. Peccato, perché questa sesta stagione era partita molto bene, ma nelle ultime puntate sto notando un calo generale, con pochi argomenti da affrontare. Speriamo che le ultime due puntate mi diano spunti un pochino più interessanti!

Voto 5