Bates Motel: Recensione 3×02: The Arcanum Club

Bates Motel: Recensione 3×02: The Arcanum Club

Ah, quanto speravo di vedere un cadavere alla fine di questo episodio! Sono sadica? Sì, un pochino dai! Però io l’avevo detto, Annika è schiattata! Norman è tornato all’attacco con la sua doppia facciata: da bravo figliolo e fidanzatino modello, ad assassino post sex traumatico. A tal proposito, poteva mancare una madre super gelosa all’appello? Ovviamente no! Ah. Quando adoro Norma! Quella Norma che tira giù i cartelli stradali dalla rabbia e che urla contro il figlio. Fa addirittura finta di accettare il fidanzamento con Emma, con un sorriso fintissimo!

Norma e Norman non mancano una sorpresa, ma quando copulano? Ok. La smetto e torno a fare la seria. Tipo, pensiamo a quella poveretta di Emma che per copulare deve rischiare di schiattare, siamo solidali con lei! No, ok scusate.. possiamo tornare a Norma? Lo so, lo so, questi miei cambi di argomento così repentini vi fanno ammattire. Ma quanto era scontato il suo incucio con Romero? Mi spiegate cos’ha questa donna con i poliziotti? Mette qualche profumo che attira gli uomini di legge? Per non parlare del suo travestimento da squillo per infiltrarsi alla festa! Vi ho già detto che epica? Beh, in caso ve lo ripeto! Ok giuro, basta parlare di questa donna che io amo così profondamente, soprattutto se è di fianco al figlio e passiamo ad altro.

Ad esempio, concentriamoci sulla storyline di Dylan. Quanto può essere senza senso? Ogni caspiterina di episodio si parla di marjiuana. Capisco che il padre è un fan accanito delle piante e vuole diventare un biologo o chissò io.. ma ora basta! Ora vuole pure costruire il campo di farmville! Ok, io accetto solo se mi proponete Dylan tutto sexy, in mezzo al grano, col sudore sulla pelle e il sole cocente.. OK BASTA. Buttati un po’ d’acqua in faccia ghiacciata e fai una recensione seria, per l’amor di dio!

Ad esempio, torniamo sull’essere solidali ed esprimiamo qualche parola per il povero Chick. Quanto avrei voluto sapere il vero nome di quel cane, che voleva solamente trovare i “pomodori” nel campo. Ma Dylan non ci torna più a casa? Cioè, a breve si trasferisce col padre e tutto il resto. Norman ovviamente figurarsi se si preoccupa dei giri loschi in cui si è immischiato per la millesima volta Dylan, macché! E’ troppo impegnata a trovarsi un compagno per far ingelosire Norman!

Ancora con questa storia eh? Sì, ok la smetto ve lo giuro. Mi dite come faccio a smettere di parlare della vera protagonista dell’episodio? Non si può capitemi! Esprimiamo quindi un ultimo pensiero solidale per le tette di Annika che Norman non vedrà più. Speriamo in più sorrisetti sadici alla Psycho che adoro e speriamo che questo show continui così, perché io adoro ogni singolo episodio prodotto!

Voto 7.5