13 Reason Why: Recensione Stagione 2

13 Reason Why: Recensione Stagione 2

CONTIENE SPOILER

Dopo una prima stagione fenomenale, che mi aveva tenuta incollata allo schermo, eccoci di fronte alla fiera del no-sense e dell’inutilità. Perché diciamocelo, questa seconda stagione di Tredici era certamente evitabile. Una stagione che mette sotto i riflettori una storyline senza fondamenta, che incasina solamente una prima stagione perfetta. Quello che accade in questi tredici episodi, non trova certamente un nesso logico a quello che ci racconta Hannah Baker nelle sue cassette. Delle cassette perfette, che esploravano già quello che le era successo. I soldi però, hanno fatto si che i produttori di Tredici impazzissero, mettendo sotto i riflettori un processo, con i vari punti di vista dei restanti personaggi. Dei personaggi certamente interessanti, questo non c’è dubbio, ma che hanno solamente ricalcato quel ruolo che coprivano già così bene.

La giustizia non trionfa e non ci si ricorda nemmeno lo sport che praticano i nostri protagonisti. Passiamo al basket della prima stagione, per poi arrivare al basball e per finire al rugby (?)  .. ma abbiamo riletto il copione? E la follia prosegue con la storyline d’amore di Zack e Hannah, per poi arrivare a un utopica smentita di una relazione con Bryce, che non va comunque a spiegare la polaroid con ritratta Hannah. Ah già, le polaroid, che dovrebbero dare un sottofondo improvvisamente thriller alla serie. Beh, non lo fanno, perché chiaramente un thtiller non lo sapete di certo fare. Nulla viene spiegato, per poi essere rispiegato in cinque minuti con una spiegazione banale e un colpevole scontato, per poi ritornare a non far quadrare esattamente nulla di quello che abbiamo appena visto. Un consiglio? Leggetevi i veri gialli se non li sapete produrre.

La violenza sessuale poi è alquanto gratuita in una scena in particolare, mettendo il telespettatore in una situazione a dir poco DISTURBANTE e non necessaria. Volete mandare un messaggio sulle violenze? Fatelo, ma in un altro modo. Anche l’intera vicenda di Bryce, possiamo riassumerla con una parola: ridicola. Alla fine la passa liscia, tutto grazie al suo denaro. Ma se Bryce la passa liscia, Justin adotta un nuovo fratello e inizia nuovamente a bucarsi. Però lui è felice e pulito. Un po’ come Jessica, che prima bacia Alex e poi corre da Justin a fare sesso quando fino a 24 ore prima proclamava il disgusto in tribunale.

Ma no, ora riesce tranquillamente ad andare a letto con qualcuno e a baciare due ragazzi diversi in una sera.. FIND THE LOGIC!! E le cose assurde continuano a non finire, con la distruzione delle prove evidenti e l’addio ad Hannah. Ah si, come dimenticare.. Tredici e il nuovo Ghost Whisperer! Lo stesso Clay, è sicuramente disturbato. Passa ad amare una ragazza di nome Skye, che nel giro di due episodi viene dimenticata, per poi ritornare a dichiarare il suo amore infinito ad Hannah. Ma scusate, ad Hannah non aveva già detto addio nella prima stagione, ponendosi come obbiettivo un nuovo inizio con Skye? – inserire risata gratis –

La seconda stagione di tredici mi ha fatto passare dall’addormentarmi, al ridicolo, alle risate, per poi finire con il no-sense. Perché sì, il finale è assolutamente senza senso e a dir poco esilarante. Prendiamo la storyline di Tyler, che non ci viene spiegata considerato il salto temporale di un mese. Questo povero ragazzo, decide di fare una strage a scuola per una violenza subita con un mucchio di armi manco risiedesse in un’armeria. Infatti è pronto per andare in guerra, uccidere tutti… ma state tranquilli! Ad ogni soluzione c’è lui: CASCO! Lui si che sa risolvere i tuoi problemi! Sei stato abusato? Non temere, chiedi a lui! Con due parole risolverà tutto.Hannah non l’ha salvata, ma questa volta ce l’ha fatta. Diamogli questo contentino gratuito! Facciamo fuggire Tyler, rimaniamo con un’arma in mano aspettando fermi la polizia! Cosa c’è d’altronde di più logico e rilevante! E poi, come farete ad essere nella merda? Ma chi lo sa! Non si a! Tutto pur di fare un’altra stagione totalmente inutile.

Insomma, come avrete ben capito, questa seconda stagione non mi è piaciuta per niente. Dal mio punto di vista è estremamente bocciata. D’altronde io guardo tutto con occhio ben attento e le incongruenze che balzano all’occhio sono milioni. Tredici era perfetta come era. Cercherò di rimuovere gli ultimi tredici episodi che ho visto. Il vero tredici è quello che abbiamo visto nella prima stagione. Quello che ci ha saputo emozionare, tenere col fiato sospeso. Quello è il finale che voglio ricordare, quella è la storia che vale. D’altronde il libro era uno solo ed era perfetto come era, nella sua crudezza e linearità. Tredici con questa seconda stagione ha fatto solo una brutta figura, portando avanti un prodotto già finito. Fatemi sapere cosa ne pensate voi (:

P.S. Aperte le scommesse su come Clay si farà male alla faccia nella season 3.

Voto 5